Le telco e il gioco delle tre carte

La vocazione allo statalismo colpisce ancora. Padoa-Schioppa avrebbe sollecitato l'intervento di Generali nella vicenda Telecom.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2007]

money

Antoine Bernheim, presidente di Generali, sarebbe stato "contattato" dal ministro per l'Economia in merito a una possibile partecipazione della finanziaria all'acquisto di Telecom. Dopo aver assicurato l'appoggio all'azione del Governo, ovviamente Bernheim ha chiesto qualcosa in cambio e cioè un analogo trattamento in caso si verificasse in futuro un tentativo di scalata di imprese estere a Generali.

Quello che colpisce in tutta la vicenda sono le contraddizioni e le mezze bugie travestite da mezze verità e viceversa fornite dalle parti in causa e principalmente dal Governo nel suo complesso, che dovrebbe sedere in una casa di vetro dentro cui può guardare non soltanto ogni curioso ma anche ogni cittadino che si trovi a passare di lì.

Può essere che i padri costituenti avessero pensato di edificare sulla trasparenza e per la trasparenza, ma è indubbio che il tempo ha steso la sua patina e ora quei vetri andrebbero sottoposti a una pulizia a fondo come si faceva una volta, ad acqua sapone e fogli di vecchi giornali.

Le diffidenze manifestate in sede europea e sudamericana dai rispettivi antitrust nascono soprattutto dalla opacità delle transazioni ormai tutte sulla tecnica della scatole cinesi (chi è proprietario di che cosa, che è controllata da chi, il quale a sua volta...) aggravata dalla costante ingerenza della politica nella vita economica -ed è noto a tutti che senza motivo il cane la coda non la muove- e reiterata dalla espressa simpatia o antipatia istituzionale verso alcune imprese e finanziarie nazionali.

Anche a prescindere dalle cose in sospeso o da completare, non ultima la temporanea permanenza di alcuni uomini di Tronchetti Provera nel Cda che resteranno in carica fino al completamento della transizione e quindi circa fine anno, resta il nodo dei futuri ingressi di altri soci.

Uno dei futuri soci potrebbe essere Monte dei Paschi, tanto per non far nomi, che è gradita al governo ma che gradirebbe entrare piuttosto (anche qui la fiducia regna sovrana) solo dopo un coro di assensi da parte di tutte le Fondazioni che controllano le banche concorrenti; quanto a Fininvest, può essere che provi a rientrare al tavolo del poker tramite la partecipazione Mediobanca, ma con l'aria che oggi a livello politico tira contro la holding, pare assi difficile. E si potrebbe continuare a lungo.

Intanto il capitale estero sta a guardare, cercando di capire se sia ancora conveniente cercare a investire in Italia piuttosto che in Cina o in Corea, se sia meglio fare affari con i successori di Putin o con quelli di Castro. Quello che la nostra politica non vuole realizzare, è che l'UE è in posizione di retroguardia per quanto attiene l'economia mondiale, e che il nostro Paese è l'ultimo della fila.

Siamo quelli cioè che per forza di cose non hanno gambe per cercare di viaggiare alla medesima velocità di quelli di testa ma ora è stata abolita persino la preoccupazione di non aver alcun riparo alle spalle; anche in basso, dove le oneste spalle cambiano nome.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerÓ realtÓ per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietÓ degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirÓ le password: conoscerÓ le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identitÓ.
Smart City: le cittÓ faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1232 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics