Il cellulare sale sul metro'

Due le raccomandazioni: tenere basso il volume della suoneria e limitarsi a conversazioni discrete.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-01-2008]

stazione

Come è noto, quando si varcano gli ingressi della metropolitana di Milano il cellulare smette di funzionare, visto che sottoterra non c'è copertura adeguata. Nel viaggio in metropolitana, anche di breve durata, si è impossibilitati a utilizzare il cellulare e le scale sono spesso occupate da persone al telefono che non mancano di avvisare l'interlocutore: "Sto scendendo in metropolitana, devo riagganciare".

Se poi il viaggio dura diverse decine di minuti, magari perché si deve cambiare linea o attraversare tutta la città, o magari si è nelle ore serali o nei giorni festivi in cui bisogna aspettare i treni quindici-venti minuti, l'astenersi da usare il telefonino per alcuni può rivelarsi più claustrofobico che lo stesso scendere nelle viscere del sottosuolo.

Da qualche giorno a Milano non è più così; o forse è più corretto dire che lo scenario è destinato a mutare in pochi anni - si prevede entro il 2010 - quando il servizio di telefonia cellulare in sotterranea sarà attivo e funzionante in tutte e tre le linee del metrò (che forse allora saranno cinque, chissà). Per adesso il servizio è attivo solo in cinque delle circa settanta stazioni sotterranee, e nei tratti di galleria tra una stazione e l'altra la linea cade.

Siamo quindi alla primissima fase di un lavoro a lungo a venire; solo chi sale o scende in una delle stazioni "attivate" (Cadorna, Conciliazione, Pagano, Cordusio e Cairoli) potrà beneficiare del servizio per fare o ricevere una telefonata. Gli altri dovranno essere rapidissimi a telefonare e parlare con qualcuno nei pochi secondi di fermata del treno; forse avranno a malapena il tempo di inviare un Sms.

L'azienda dei trasporti milanesi invita i clienti che usufruiranno del servizio a rispettare del regole del bon ton: non parlare ad alta voce e utilizzare una suoneria adatta a un luogo chiuso. Speriamo non ci sia bisogno di tali raccomandazioni: a Torino, città in cui la copertura cellulare è già attiva in tutte le stazioni finora aperte della locale metropolitana, non si segnalano particolari casi di maleducazione; non più che nel resto del Paese, per lo meno.

Ma a ben vedere, l'innovazione non consiste solo nelle chiamate "voce". A nostro parere, a beneficiare del servizio di telefonia underground sarà soprattutto chi, durante il tragitto in metropolitana, potrà consultare sul proprio smartphone la posta elettronica, inviare e ricevere messaggi, accedere al web per qualsivoglia motivo; o magari fare una telefonata con Skype, con buona pace dei gestori di telefonia mobile che lo osteggiano.

Tim, Vodafone e 3 Italia (chissà perché Wind è rimasta esclusa) prevedono infatti una copertura di fonia, Sms, Mms e dati, alla velocità dello standard Umts. E pazienza se nel 2010 l'Umts sarà ormai obsoleto...

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dario Meoli (ZEUS)

Commenti all'articolo (3)

anche a quello alludevo infatti Leggi tutto
11-1-2008 13:21

In provincia vige ancora l'uso di farsi le "vasche" di sabato e domenica per informare il mondo che uno c'Ŕ ancora; in contesti dove la comunicazione Ŕ pi¨ difficile (visto che effettivamente siamo una marmellata di anziani tristi sfiduciati e senza prospettive) magari il cell serve a illudersi di essere meno soli. E forse... Leggi tutto
10-1-2008 16:40

infatti, non pi¨ che nel resto del paese.. basta fare un viaggetto in treno per essere scocciati per ore da trilli, dicussioni, racconti e quant'altro come se le persone fossero in casa propria e non in mezzo ad altre su un mezzo pubblico. Leggi tutto
10-1-2008 15:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole a tassare l'uso del denaro contante per diffondere l'uso della moneta elettronica?
Totalmente favorevole.
Favorevole, ma timoroso della sicurezza delle transazioni.
Favorevole, ma bisogna tutelare chi non vuole o non sa usare la moneta elettronica.
Totalmente contrario.
Basterebbe abolire i costi bancari sulle transazioni elettroniche.

Mostra i risultati (5894 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics