Yahoo si prepara a licenziare e anche eBay fa lo stesso

Yahoo risente della sospensione decisa in attesa delle decisioni del Dipartimento di Giustizia mentre eBay sta subendo un calo delle vendite.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-10-2008]

Google Yahoo accordo slitta licenzia 3.500

La partnership tra Google e Yahoo, che tante perplessità ha sollevato nei concorrenti, è stata sospesa per concedere più tempo al Dipartimento di Giustizia che sta valutando l'intera questione.

Le pressioni di chi teme che un eventuale accordo tra i due giganti lascino ben pochi spazi di manovra agli altri devono aver ottenuto il loro effetto se le società hanno preferito fermare tutto per un po'.

Chi potrebbe rimetterci di più da questo stallo è Yahoo: le sue azioni, sin dal rifiuto dell'acquisizione da parte di Microsoft, sono scese fino a 15 dollari e ora si vocifera che tagli al personale siano imminenti.

Secondo quanto riportato dal Silicon Alley Insider, Yahoo potrebbe liberarsi addirittura del 20 per cento dei suoi dipendenti, pari a circa 3.500 persone.

In realtà il sito stesso segnala che questa stima, fornita da una fonte anonima, non è molto probabile; tuttavia la situazione non è particolarmente rosea, anche se ancora non pare il caso di allarmarsi.

Secondo Bloomberg è invece certo il taglio del 10 per cento della forza lavoro deciso da eBay: la casa d'aste online licenzierà un migliaio di dipendenti e diverse centinaia di titolari con contratto a termine mentre si prepara ad acquisire Bill Me Later (società di pagamenti online) per 80 milioni di dollari in azioni e 125 milioni in opzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'EASA e la FAA hanno dato il via libera all'uso di tablet, cellulari e dispositivi elettronici in generale in aereo anche durante decollo e atterraggio. Secondo te...
...era ora: il divieto era ormai diventato un anacronismo da abolire.
...avrebbero dovuto mantenere il divieto: la sicurezza val bene qualche minuto di rinuncia al tablet.
...dovrebbero fare di più e liberalizzare anche la possibilità di telefonare.

Mostra i risultati (1292 voti)
Luglio 2020
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Tutti gli Arretrati


web metrics