Il telefonino che si ricarica con la voce

Più si parla e più la batteria si ricarica, grazie all'impiego di materiali piezoelettrici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-12-2008]

Ricarica telefoni con voce materiali piezoelettric

Visto il già preoccupante livello delle "ciarle da telefonino" che flagellano in special modo i mezzi pubblici, c'à da sperare che il professor Tahir Cagin, della A&M University, in Texas, si stia sbagliando, anche se bisogna ammettere che le sue ricerche sono interessanti.

Lavorando con un team dell'Università di Houston si è concentrato sulla possibilità di produrre energia sfruttando i materiali piezoelettrici, ossia quei cristalli in grado di creare una differenza di potenziale se soggetti a una deformazione meccanica.

Secondo i risultati raggiunti, se si riduce la scala intorno ai 20/23 nanometri, l'efficienza di questi materiali aumenta fino al 100%; ciò apre la strada a nuove possibilità d'impiego.

Per esempio, spiega il professor Cagin, possiamo ipotizzare uno scenario in cui la deformazione necessaria per la produzione di energia elettrica sia fornita da onde sonore, come quelle emesse mentre si parla.

In questo modo si potrebbero creare dei telefonini che ricaricano le proprie batterie tramite la voce dei loro proprietari, ma lo stesso principio si potrebbe applicare a svariati altri dispositivi portatili, come i lettori Mp3, le videocamere compatte o addirittura i laptop.

A rovinare la festa a Cagin e colleghi ci sono coloro che ritengono insufficiente l'energia prodotta sfruttando le proprietà dei materiali piezoelettrici: un telefonino - dicono - consuma molta più elettricità di quanta se ne possa produrre con il sistema ideato in Texas.

Piuttosto - suggeriscono - questa tecnologia (i cui principi sono noti da tempo) può essere d'aiuto ai caricabatterie tradizionali, ma non sostituirli in toto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Elettricità dal traffico cittadino e dal movimento dei pedoni

Commenti all'articolo (3)

Tutti dimenticano che non si può usare più energia di quella che si produce o che si ha a disposizione.- Si avrebbe uno scaricamento identico progressivo perchè per produrre energia con materiali piezoelettrici, si usa il sistema usato nel microfono piezoelettrico, nelle testine dei primi giradischi, di classe media o bassa, che non... Leggi tutto
25-12-2008 02:46

Macché "moto perpetuo" Leggi tutto
12-12-2008 12:54

Dubito sia così efficiente! Leggi tutto
12-12-2008 11:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6358 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics