Braccio di Ferro fa a cazzotti col copyright (e vince)

A settant'anni dalla morte dell'autore del fumetto, i diritti d'autore sul celeberrimo Popeye sono scaduti e chiunque può utilizzarne l'immagine. Ma non negli Usa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-01-2009]

Popeye pubblico dominio 70 anni Elzie Segar

Poco più di settant'anni fa, nel 1938, moriva Elzie Segar. Il nome di questo cartoonist americano non dirà probabilmente niente a molti ma la sua creatura più famosa, Braccio di Ferro (in originale Popeye), è sicuramente più conosciuta.

Che siano passati più di 70 anni dalla morte dell'autore diventa importante poiché, per le leggi che regolano il copyright nell'Unione Europea, ora l'immagine di Popeye è di pubblico dominio.

Dal 1 gennaio 2009, chiunque può creare oggetti di merchandising (cartoline, magliette, poster), nuove storie e qualunque altro prodotto abbia per protagonista il marinaio creato nel 1928 senza dover rendere conto a nessuno, basta che non ne usi il nome e che sia nel Vecchio Continente.

Non è del tutto chiaro, invece, se Braccio di Ferro possa apparire in abbinamento ad altri prodotti (giocattoli o oggetti per i quali venga usato come testimonial): secondo alcuni esperti di legislazione sul diritto d'autore questa potrebbe essere una violazione di marchio registrato. La questione verrà risolta non appena una qualsiasi ditta produttrice di spinaci in lattina ci proverà.

Se l'immagine è di pubblico dominio, il nome Popeye è invece ancora di proprietà della King Features Syndicate e pertanto non può essere liberamente utilizzato.

Le leggi statunitensi sul diritto d'autore prevedono una durata differente: occorre che trascorrano 95 anni dalla morte dell'autore per far sì che un'opera diventi di dominio pubblico; per gli americani se ne riparla, quindi, nel 2024.

Un anno prima, nel 2023, scadrà negli Stati Uniti anche il copyright su Mickey Mouse (o Topolino, come si chiama da noi), a meno che la Disney non riesca a ottenere una proroga dal Congresso, come già accaduto in passato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Hai ragione. Però mi sembra anche logico che uno debba conoscere la legge di uno Stato anche se non è il suo se vuole commerciarvi qualcosa; se ho interesse a vendere un libro in un Paese straniero dovrò informarmi sulle leggi di quel Paese. E' però un informarsi a proprio vantaggio e che consente un guadagno. Mi sembra meno giusto che... Leggi tutto
8-1-2009 14:53

Ma appunto applicando in ogni stato la legge dello stato in qeustioen che un cittadino deve conoscere la legge di tutti gli stati. Es. se io scrivo un libro, mi trovo costretto a conoscere la legge di tutti i paesi. (Ad es. se nel paese X c'è la legge che dice che il copyright scade dopo solo 4 anni a meno che io non scriva... Leggi tutto
7-1-2009 11:38

E' vero che ci sono casi in cui uno Stato cerca di imporre la propria legge in un altro Stato, ma di solito le si considerano situazioni di guerra. In tempo di pace non si impongono leggi ad altri Stati, al massimo si possono fare pressioni... Insomma, se un tribunale di un Paese sperduto decide che sono colpevole di un qualche reato... Leggi tutto
7-1-2009 04:34

Come no, gli USA si considerano competenti per qualunque cosa riguardi gli stati uniti e i suoi cittadini. anche all'estero (a volte mandano anche i marines - o la Delta Force, come nel caso del cittadino USa ucciso durante il dirottamento della nave Achille Lauro) Considera che se fai causa negli USA, è il tribunale USA a decidere se... Leggi tutto
6-1-2009 21:46

Credo che la convenzione di Berna riconosca agli autori stranieri gli stessi diritti d'autore di quelli nazionali, non penso che sarebbe molto logico riconoscere quelli che hanno in altri Stati! E difficilmente possono farmi causa negli USA per qualcosa compiuto in Italia... Il nome Popeye non è "scaduto" perché è un marchio... Leggi tutto
6-1-2009 20:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai sostituito il tuo notebook (o netbook) con un tablet?
Sì, e riesco a lavorarci perfettamente.
Non l'ho ancora fatto, ma ci sto pensando.
Niente affatto, mi serve un vero notebook.
Li ho entrambi.
Non ne ho nessuno dei due.

Mostra i risultati (4114 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics