Pacchetto Telecom, tutto rimandato a settembre

Non si possono limitare i diritti degli utenti senza la decisione di un tribunale: per questo gli europarlamentari hanno rispedito il Pacchetto al mittente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2009]

Parlamento Europeo respinge Pacchetto Telecom

"Dal momento che una parte del compromesso non è stata adottata, l'insieme del pacchetto va in conciliazione": così Catherine Trautmann, relatrice del Pacchetto Telecom, ha preso atto della bocciatura da parte del Parlamento europeo di parte della proposta.

La sezione che ha bloccato l'approvazione del Pacchetto nella sua interezza è quella che riguarda la sospensione dell'accesso a Internet per le persone sorprese a scaricare e condividere illegalmente materiale coperto da copyright, una norma tanto cara al presidente francese Sarkozy.

In 407 hanno votato a favore di un emendamento che impone l'approvazione preventiva da parte dell'autorità giudiziaria di una misura drastica come l'esclusione da Internet dei "pirati".

Senza la decisione di un tribunale "non possono essere imposte limitazioni ai diritti e alle libertà fondamentali degli utenti finali di Internet, a meno che vi sia una minaccia per la sicurezza pubblica": così hanno deciso i parlamentari europei.

A questo punto non resta altro che attendere la prossima legislatura: quella attuale scadrà tra circa un mese e spetterà dunque al nuovo Parlamento accordarsi con il Consiglio per definire il Pacchetto Telecom.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Io non capisco perchŔ non fanno qualcosa per fermare la pedofilia che Ŕ veramente una piaga per internet piuttosto che cercare di attaccarsi a fare la parte delle case discografiche, si vede che preferiscono la pedofilia. Concentrassero le loro forze sulla tutela dei minori piuttosto che rompere le scatole con cose che non aiutano... Leggi tutto
8-5-2009 22:48

Fatta la legge, trovato l'inganno Leggi tutto
7-5-2009 14:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1467 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics