Asus fa sopravvivere tre soli Eee Pc

Durante l'estate l'azienda rivedrà la propria offerta, semplificando la scelta da parte degli utenti. I modelli da 7 e 9 pollici lasceranno gli scaffali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2009]

Asus EeePc 1008HA 1005 1000HE tre modelli

Asus si prepara a semplificare la propria offerta di netbook - come già si vociferava da qualche tempo - riducendo entro l'estate la gamma a tre soli modelli.

Uno di questi sarà l'Eee Pc 1008HA Seashell, il netbook sottile che strizza l'occhio al MacBook Air e che per ora è in vendita (nel Regno Unito) senza che la batteria sia rimovibile dall'utente.

Asus ha promesso che arriverà anche una variante che permetterà ai singoli proprietari di intervenire sulla batteria, rispondendo così a chi era rimasto scontento per questa decisione nonostante la garanzia di un anno.

Il secondo modello sarà l'Eee Pc 1005, parente del 1008 ma meno sottile e meno costoso: il 1008HA costa 379 sterline (429 euro) mentre il 1005 costa 349 sterline (395 euro).

L'ultimo membro della famiglia deve ancora essere annunciato. Dismesso il peraltro recente 1000HE, un modello della stessa linea rappresenterà l'offerta entry level dell'azienda taiwanese.

Pare che tutti e tre i modelli saranno equipaggiati con Windows Xp.

I modelli con schermo da 7 e 9 pollici, anche se spariranno dagli scaffali, non svaniranno nel nulla: continueranno la propria esistenza in nicchie di mercato particolari, come le scuole e le organizzazioni che ne faranno richiesta.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Anch'io lo pensavo poi mia sorella prese uno dei primi eeePC 900 e mi sono ricreduto. Certo non sono monitor per passarci ore davanti ma per scaricare la posta, postare sui forum e buttare un occhio alle statistiche del mio sito quando sono in mobilità è perfetto. Io ho comprato un Acer che sembra un po' più solido dell'Asus a 159 euro... Leggi tutto
19-5-2009 23:53

mah, io sono molto più prosaico: sotto i 10" lo schermo è veramente scomodo da usare, il peso è poco sopra il chilo. appena cambiano il chipset corro a comprarmene uno: portare in giro un portatile da 14" vuol dire spezzarmi la schiena.
19-5-2009 23:26

Perchè ormai i prezzi dei modelli da 8.9-9 pollici secondo loro sono troppo bassi per valere ancora la pena di produrli ergo vanno dai 10 in su che gli costano si e no un 20% in più ma li vendono al 200% del prezzo di un eeePC 900. Semplice no?! :dho: Leggi tutto
19-5-2009 21:54

Costa di meno fare 3 modelli UGUALI con qualcosina di diverso ? :roll: Il fatto è che perderà clientela ... Questo è quando chi decide non capisce un H di economia /commercio e ragiona solo sulla grandezza delle cifre !!! Ciao Leggi tutto
19-5-2009 15:23

{Tarambano}
Io 'sta mania nel lasciare la "vera" portabilità non la capisco. I 9 pollici sono larghi 22 centimetri e pesano meno di un chilo. I 10 vanno quasi tutti sopra il chilo e 300 (con punte da 1,5 kg) e sono larghi 26 centimetri. Sembra poco ma provate a vedere la differenza di portabilità e peso! Ma perchè non lasciare un modello... Leggi tutto
19-5-2009 10:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (414 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 gennaio


web metrics