Allergico all'iniezione letale, chiede sospensione della pena

Un condannato a morte sostiene di essere allergico all'anestetico: l'iniezione letale trasformerebbe l'esecuzione in una tortura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-04-2010]

Iniezione letale allergia anestetico Ohio

Un prigioniero, che attualmente si trova nel "braccio della morte" in un carcere statale dell'Ohio (USA), sta cercando di farsi sospendere l'esecuzione: sostiene di essere allergico all'anestetico usato per ridurre le sofferenze dei condannati durante l'iniezione letale.

L'uomo è stato condannato per aver violentato una sedicenne nel 1988 e dovrebbe essere giustiziato a giorni; secondo i suoi avvocati, tuttavia, ci sono fondate ragioni nelle sue cartelle cliniche per ritenere che sia allergico a una delle componenti della soluzione che dovrebbe ucciderlo.

Un'eventuale iniezione gli porterebbe una sofferenza, dovuta alla reazione all'anestetico, che la legge non vuole provino i condannati a morte: "Una delle cose che la costituzione dell'Ohio stabilisce" - sostengono gli avvocati - "è che l'esecuzione sia rapida e indolore".

Il caso è stato sottoposto a un anestesiologo del Columbia University Medical Center: se questi confermerà quanto sostengono gli avvocati, l'esecuzione della sentenza sarà sospesa.

Non a tempo indefinito, tuttavia: lo stato dell'Ohio ha a disposizione una soluzione alternativa per riempire la siringa dell'iniezione letale; questa, composta da un sedativo e un anestetico, tuttavia non è ancora stata sperimentata e per ora si ritiene soltanto che "dovrebbe portare a morte".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il cerotto che manda in pensione la siringa

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 60)

=; =; =; non s'è capito? non mi sono spiegata bene? :shock: :shock: :shock: beh, allora ci metto una piccola chiosa: io non oscillo sulla pena di morte. sono fermamente contraria. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ci tengo a ribadirlo. Leggi tutto
26-4-2010 00:30

Sì, no, quasi. Non concordiamo su niente: si è formato uno schieramento (o uno scleramento) di allegri forcaioli e un altro (più ridotto) di allegri garantisti (anti-pena di morte). E ce le siamo date di santa ragione! I garantisti avrebbero ucciso volentieri quelli che erano per la pena di morte e viceversa (notare il paradosso,... Leggi tutto
25-4-2010 18:17

sì può essere. :-k :-k :-k magari la differenza sta nell'approccio più o meno ottimista/pessimista che abbiamo nell'osservare i fatti in merito ai quali esprimiamo le nostre opinioni. Leggi tutto
25-4-2010 17:50

A me pare piuttosto che concordiamo su molto partendo da presupposti non opposti ma abbastanza simili, però abbiamo linguaggi diversi. Confesso che non vi ho letto con molta attenzione nei vostri lunghi e appassionati post ma ci tenevo a dire la mia lo stesso, scusatemi :)
25-4-2010 09:41

vedi che comunque concordiamo pur partendo da presupposti opposti? Leggi tutto
25-4-2010 02:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1189 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics