Violato il sito del NASDAQ

Scovato un malware sul portale della Borsa americana. Gli hacker hanno compromesso un'applicazione ma senza influire sugli scambi telematici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-02-2011]

Violato sito nasdaq malware directors desk

Spinto dalle rivelazioni pubblicate dal Wall Street Journal, il Nasdaq ha dovuto ammetterlo: qualcuno è riuscito a introdursi nei suoi sistemi e installare malware in uno dei suoi portali.

Nella fattispecie, l'applicazione Directors Desk - che conta circa 10.000 utenti nel mondo - è stata alterata inserendo del codice malevolo, di cui però non è stata rivelato lo scopo.

In ogni caso la Borsa americana fa sapere che i dati degli utenti (che in queste ore stanno ricevendo informazioni sull'accaduto) non sono stati violati e che il Dipartimento di Giustizia ha avviato un'indagine.

Tutto ciò non avrebbe comunque avuto effetto sugli scambi in borsa, che sono continuati in maniera regolare: l'applicazione compromessa serve soltanto alle aziende quotate per scambiarsi informazioni tra loro.

La dichiarazione ufficiale, infine, sostiene che le falle sfruttate per installare il malware sono state chiuse ma sarà necessaria un'indagine per appurare la sicurezza del sistema nel suo complesso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Pare da indiscrezioni che era un programma spia delle transizioni. Il "pivello" però si è dimenticato che esistono più livelli di sicurezza e quindi appena inserito il malware spia è stato subito segnalata la violazione. Come se un ladro avesse scassinato la porta ma poi non rende conto che un allarme silenzioso lo scova.... Leggi tutto
7-2-2011 21:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (5801 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics