Google Video chiude per sempre

Google si appresta a cancellare tutti i contenuti, invitando gli utenti a passare a YouTube.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-04-2011]

Google Video chiude 29 aprile

È scoccata l'ora anche per Google Video: il servizio nato come concorrente di YouTube ed evolutosi come un inutile doppione di quest'ultimo dopo la sua acquisizione sta per cessare le attività.

Già a partire dal maggio del 2009 Google Video non accettava più l'upload di nuovi contenuti.

Dal prossimo 29 aprile non sarà più possibile riprodurre i filmati ancora presenti, mentre i loro proprietari avranno ancora la possibilità di scaricarli, dalla propria pagina personale, fino al 13 maggio.

Com'è ovvio, Google consiglia di passare a YouTube, servizio che offre molte più possibilità e opzioni rispetto a Video e, incidentalmente, appartiene sempre alla società di Mountain View.

Un vantaggio di Google Video era però il poter inserire filmati anche molto lunghi senza doverli spezzare in video da 15 minuti: addirittura il limite era di 16 Gbyte, irraggiungibile anche con un filmato in altissima definizione. Questa feature mancherà a più di qualcuno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Veramente YouTube l'anno scorso ha fatturato 544 milioni di dollari, credo che il modello di business l'abbia trovato e che quest'anno andrà ancora meglio... Google Video ha chiuso perché era un doppione. Leggi tutto
19-4-2011 15:13

Anche nel campo dei video online, come per l'editoria elettronica non si è trovato un buon modello di business che regga la concorrenza e garantisca un profitto adeguato. Inoltre per i video i costi sono elevati, sia in termini di occupazione di spazio disco, che di banda. Questi anni si stanno dimostrando uno snodo per il futuro dei... Leggi tutto
19-4-2011 13:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1211 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics