Solo un milione di 3DS, Nintendo piange

La prima console portatile 3D è una parziale delusione: Nintendo si aspettava un successo maggiore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2011]

Il Nintendo 3DS ha finalmente raggiunto il traguardo del milione di unità vendute: un bel risultato, che però perde di fascino se si pensa che ci sono volute 13 settimane, mentre il predecessore Nintendo DS ne ha impiegate solo quattro.

Satoru Iwata in persona, presidente dell'azienda, ammette la delusione rispetto alle attese: la prima console portatile 3D ha fatto peggio anche della PSP (che è arrivata a un milione di esemplari venduti in sette settimane) ed entro la fine dell'anno dovrà vedersela con la PS Vita.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

1 milione è anche troppo per il 3ds.....
15-6-2011 13:50

personalmente anche se penso che Nintendo si aspettasse di venderne di più, secondo me ha investito nel progetto 3DS pensandolo come 'ultima' versione del DS, e non come prima versione di una nuova consolle. Ovvero, secondo me, aspettiamoci una nuova consolle in un paio d'anni... probabilmente retrocompatibile DS/DSi/3DS ma -facilmente... Leggi tutto
15-6-2011 11:00

Anche io ne sono rimasto molto, ma molto deluso. Non che mi aspettassi un prodotto graficamente bello dalla Nintendo.
15-6-2011 01:03

Ho provato il Nintendo 3ds da mediaworld, e devo dire che come 3d è veramente pessimo...
14-6-2011 18:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando partecipi a una discussione, che cosa ti infastidisce al punto da spingerti ad abbandonarla?
L'accorgermi che l'argomento che mi interessa viene trattato con troppa superficialità.
Scoprire che un mio interlocutore cerca di convincermi della sua idea anziché confrontarsi sul tema.
Trovare, fra le persone con cui discuto, qualcuno arrogante e supponente.
Vedere che alcuni si esprimono in un pessimo italiano.
Notare che l'interlocutore si basa su fatti palesemente fasulli per motivare le sue affermazioni.

Mostra i risultati (2874 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics