Il bancomat con macchina della verità incorporata

Analizzando la voce stabilisce se l'utente sta mentendo, e nega il prestito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-06-2011]

Sberbank bancomat macchina della veritÓ

La banca russa Sberbank sta testando un nuovo modello di bancomat in grado di capire se la persona che ha davanti mente.

Più che un bancomat in senso stretto, in realtà, è una sorta di impiegato virtuale: chi vi si avvicina pur senza essere cliente della banca può usare la macchina per aprire un conto, chiedere un prestito o farsi rilasciare una carta di credito senza che alcun dipendente umano intervenga.

Per poter ottenere tutto ciò il bancomat effettua una scansione del passaporto che l'utente deve fornire, poi registra le impronte digitali e esegue una scansione a tre dimensioni del volto, che sarà usata per il riconoscimento facciale.

Infine, quale ultimo passo, chiederà di rispondere a voce ad alcune domande come «Avete un lavoro?» e «Al momento avete altri prestiti in corso?» valutando le risposte tramite un software di analisi vocale.

Il programma, sviluppato da un'azienda che serve anche l'FSB (il servizio che ha sostituito il KGB) basandosi in parte sui dati raccolti durante gli interrogatori della polizia, rileva il tono della voce e la velocità con cui la persona esaminata parla stabilendo così il livello di stress emotivo e determinando in questo modo se davanti alla macchina vi sia qualcuno che tiene nascosta la verità.

Il sistema è stato ideato allo scopo di ridurre le frodi, necessità urgente specialmente in tempo di crisi finanziaria, e secondo Sberbank rispetta le leggi russe sulla privacy: per obbedire alla norma che vieta alle aziende di possedere i profili vocali dei clienti, questi saranno salvati sulle carte di credito personali di ognuno.

Il vicepresidente della banca sostiene infine che anche chi è conscio della presenza del sistema farà fatica ad aggirarlo, riuscendo a fare passare delle bugie per genuine, dato che il software misura risposte involontarie fornite dal sistema nervoso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Hackerano il Bancomat con chiavetta USB
Le più grandi truffe del Bancomat

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Allora per prendere il prestito da quella banca devi drogarti prima! :lol: :lol: :lol: Non Ŕ che Ŕ finanziata dai signori della Droga? :lol: :lol: :lol: Ciao Leggi tutto
19-6-2011 23:12

Ritenti il giorno successivo, dopo aver preso un anti-stress o calmante.. xD Leggi tutto
19-6-2011 22:35

Giusto non hai letto con attenzione ma se vuoi aprire un conto e sei stressato perche tua moglie ti ha messo le corna come la mettiamo?Oppure per il governo non so quale delle due sia piu stressante Leggi tutto
19-6-2011 21:56

Potresti ricattarlo facendogli vedere una foto che Ŕ assieme alla stampante del manager! :twisted: :lol: Ciao Leggi tutto
19-6-2011 20:07

Dunque se chiedi un prestito Ŕ una scusa per non darteli! :lol: :lol: :lol: Sempre uguali le banche se versi bene se vuoi ogni scusa Ŕ valida! :twisted: :lol: NDR: Il riconoscimento delle bugie dalla voce Ŕ facilmente aggirabile se l'utente conosce di essere testato! In Polonia invece esiste una macchina simile, ma solo... Leggi tutto
19-6-2011 20:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1432 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics