I cinesi in aiuto di Bernabè

Il fondo sovrano cinese potrebbe entrare nel capitale della società che controlla Telecom Italia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-09-2011]

Lou Jiwei ricapitalizzazione Telco

Per i cinesi, Bernabè è una vecchia conoscenza: ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione di PetroChina, l'importante compagnia petrolifera di Stato. Ne hanno stima, insomma.

Per questo motivo potrebbero decidere - attraverso la China Investment Corporation, il loro fondo sovrano, di partecipare alla ricapitalizzazine di Telco, la società costituita tra Telefonica, Intesa San Paolo e Generali che ha il controllo di Telecom Italia.

Lou Jiwei, presidente di CIC, attualmente si trova a Roma per incontrare importanti esponenti del mondo economico, finanziario e governativo.

L'eventuale decisione di correre in aiuto di Bernabè potrebbe essere una panacea per la stabilità del controllo di Telecom Italia che oggi, dopo il deprezzamento del titolo, è esposta al rischio di OPA ostili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Mi sa che fra poco emigreremo noi, altro che albanesi e pakistani. E intanto domani ci aumenta l'IVA (beh, altrimenti dopotutto, come farebbero a garantire gli stratosferici stipendi dei politici ??) Leggi tutto
16-9-2011 19:16

Ma che bello calare le braghe....i nostri impreditori non riescono nemmeno a tenersi per se una azienza strategica come quella italiana. Siamo in mano a nessuno.... fra dici anni il nostro datore di lavoro sarÓ un affarista cinese dall'altrta parte del mondo. Comprano il nostro debito pubblico, el quote e il risanamento delle nostre... Leggi tutto
16-9-2011 19:13

I cinesi, partendo con i bar, finiranno che ci compreranno tutto...
16-9-2011 14:27

{ranx}
io spero in una OPA ostile che smuova il monolite telecom dalla sua posizione che ormai sa di muffaed aumenti la sua già grande generosità: connessioni anti digital divide a 640/256k vecchie di 10 anni allo stesso prezzo di una 7 mega...
16-9-2011 13:46

Fantozzianamente: dicesi "ostile" l'OPA che non Ŕ gradita dalla proprietÓ, meglio dal management, della societÓ verso la quale l'offerta Ŕ diretta, come fu quella di Colaninno, che invece risult˛ gradita a quella parte della proprietÓ che non esercito il diritto di golden share Quanto al fatto che BernabŔ riscuota la stima... Leggi tutto
16-9-2011 10:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1442 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics