Genitori impreparati di fronte a pedofilia e cyberbullismo

Al via nelle scuole la campagna "Per un web sicuro": insegnerà a minori e genitori a contrastare i pericoli della Rete.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2011]

Per un web sicuro Moige pedofilia bullismo

Parte oggi in 30 scuole medie di 5 regioni italiane (Lazio, Lombardia, Piemonte, Campagna e Puglia) il progetto Per un web sicuro, sostenuto dal Viminale e promosso dal Moige.

Si tratta di una campagna di sensibilizzazione su due pericoli che, stando agli ultimi dati diffusi dalla Polizia postale, minacciano in misura preoccupante i minori in rete: il bullismo e la pedofilia.

I numeri sono chiari e allarmanti: in questi 10 mesi del 2011 l'attività di contrasto alla pedofilia online conta 685 denunce, 554 perquisizioni, 39 arresti e oltre 16.000 siti monitorati.

Milly Carlucci, madrina dell'iniziativa che coinvolgerà circa 10.000 studenti e 21.000 adulti, spiega che per aiutare i ragazzi «bisogna parlare con loro, con parole vere, faccia a faccia, lontano dal computer». L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Hai mai incontrato persone conosciute online?
Non è mai capitato, ma vorrei.
Non è mai capitato e non ne ho intenzione.
E' capitato, ma continuiamo a tenerci in contatto prevalentemente attraverso Internet.
E' capitato e ora la relazione è prevalentemente telefonica o dal vivo.
E' capitato, ma la delusione è stata tale che non ci sentiamo più.

Mostra i risultati (2644 voti)
Leggi i commenti (60)
Il problema della pedofilia si fa più serio perché con la diffusione degli smartphone anche tra i giovanissimi il controllo da parte dei genitori circa le abitudini di navigazione dei figli - già ridotto quando a Internet si accedeva solo dal PC - è praticamente scomparso.

L'uso incosciente dei social network, poi, crea una florida "riserva di caccia" in cui chi mira all'adescamento di ragazzini si muove con disinvoltura e accortezza: «Ci siamo resi conto che i profili dei ragazzi sui social network sono analizzati con attenzione dai potenziali aggressori. I giovani condividono moltissime informazioni su di sé: i loro interessi, le debolezze, i luoghi che frequentano. I pedofili studiano tutto questo, per pianificare l'approccio più personale possibile alla vittima» spiega il direttore della Polizia postale, Antonio Apruzzese.

La presenza di pedofili in Rete non è l'unico pericolo: anche il cyberbullismo sta conoscendo una nuova fase.

Le forme assunte da questo tipo di violenza oggi sono indirette e passano attraverso la condivisione di foto non volute sui social network alla diffamazione tramite commenti su Facebook e soci.

In numero sempre maggiore sono i minorenni che si comportano in questo modo ai danni di altri minori, in particolare i 16/17enni che compiono atti di bullismo online verso dodicenni, secondo i dati della Polizia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Cyberbullismo, il Parlamento sta snaturando la legge
Una vita da social, la Polizia contro i pericoli del web
Facebook, pulsante "Non mi piace" in arrivo
Ragazzine adescano coetanei su Facebook e gli svaligiano casa

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

è vero, inoltre oggi i bulli tendono ad una maggiore autoesaltazione basta vedere cosa filmano sui telefonini, e molti fanno finta di accogersene solo adesso.
3-11-2011 14:31

certo, nasce in gran parte dalla sub-cultura dell'indifferenza e dell'affermazione individualistica, e "dell'aver ragione a prescindere", cosa che appare ormai generale. e i ragazzi assorbono tutto quel che hanno intorno e lo imitano, soprattutto se viene da qualcuno che abbia verso di loro una qualsiasi posizione di potere. in... Leggi tutto
2-11-2011 19:17

Adesso ho capito, ma non sono d'accordo. Il bullismo si manifesta prevalentemente a scuola, ma nasce nella cultura delle famiglie, cultura che non ha come riferimenti i pensieri e le persone di maggior valore della società, ma gli opinion maker della TV. Il che spiega il tutto. Spiega anche il fatto che la scuola di oggi è di minor... Leggi tutto
2-11-2011 14:11

intendo che a fronte di tanti insegnanti bravi, che insegnano il rispetto rispettando per primi, ce ne sono altrettanti che esondano, apparentemente inconsapevoli che certi giudizi personali espressi dalla cattedra verso ragazzini che non corrispondono al loro modello ideale, oltre ad umiliarli inutilmente, hanno l'imprinting del... Leggi tutto
28-10-2011 23:58

Viminale + Moige + Carlucci = Ottima iniziativa di strumentalizzazione! :wink:
28-10-2011 20:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai cambiato fornitore di banda larga (ADSL o fibra ottica) negli ultimi 5 anni?
Sì, una volta
Sì, più di una volta
No, ma lo farò nei prossimi 12 mesi
No, e non lo voglio fare

Mostra i risultati (1519 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics