Nuovo look per Volunia, il motore di ricerca italiano

Il sito ideato da Massimo Marchiori si sottopone a un restyling in vista del lancio ufficiale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-05-2012]

volunia restyling

Sono passati tre mesi e mezzo da quando Massimo Marchiori presentò Volunia, un sito che prometteva di trasformare l'esperienza delle ricerche nel web.

Il giorno della presentazione, Volunia incassò qualche apprezzamento per l'idea e molte critiche per la grafica, l'usabilità e la limitatezza delle funzioni disponibili.

Ora che la data del debutto ufficiale (il 14 giugno) si avvicina - finora l'accesso ai servizi è consentito soltanto ai cosiddetti Power User - il motore di ricerca ha subito un restyling che ne ha reso innanzitutto l'aspetto più gradevole e funzionale.

L'interfaccia è ora infatti più pulita e anche la barra di navigazione, inizialmente piuttosto invasiva, ha subito una cura dimagrante diventando più discreta; anche i colori sono stati aggiustati: sono più uniformi e si conformano a quelli ufficiali del motore (blu e arancione).

Per quanto riguarda la ricerca nel web, se a febbraio si lamentava la mancanza di risultati, ora tutto è cambiato: grazie all'integrazione con Bing è possibile compiere ricerche senza limitazioni.

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1050 voti)
Leggi i commenti (6)

Ciò non significa che sia stata abbandonata, da parte del team di sviluppo, l'idea di creare un motore proprio; soltanto, nell'attesa del completamento di questo progetto, si è deciso di appoggiarsi a Bing.

Da qui al 14 giugno, inoltre, diverse altre novità interesseranno il motore di ricerca creato da Marchiori, e sono state promesse migliorie significative.

Dato che Volunia vuole essere una sorta di contenitore che accompagna e racchiude la navigazione, è per esempio importante che riesca a visualizzare siti popolari come Facebook, YouTube e Google+, al momento inutilizzabili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3453 voti)
Luglio 2020
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
Tutti gli Arretrati


web metrics