Massimo Marchiori dice addio a Volunia

Il creatore del motore di ricerca italiano abbandona il progetto: alla radice ci sono i contrasti con gli altri membri della società.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-06-2012]

massimo marchiori lascia volunia

«Lascio la direzione tecnica di Volunia perché qualcun altro vuole farla al posto mio. Vuole poter decidere tutto, senza di me. E si è quindi sostituito alla mia posizione, intimandomi di farmi da parte».

Con queste parole Massimo Marchiori ha annunciato - in una lettera aperta spedita a Il Sole 24 Ore - le proprie dimissioni dal progetto Volunia.

Le parole di Marchiori sono quelle di chi si sente tradito, ma forse ciò che ha portato a questa situazione è una grande incomprensione in cui persino lui, l'ideatore dell'algoritmo alla base del PageRank di Google, ha qualche responsabilità.

Dalla lettera si capisce che ciò che è stato presentato a tutti come un motore di ricerca di nuova concezione appena quattro mesi fa in realtà voleva essere tutt'altro.

«Il progetto iniziale per come lo avevo concepito già anni fa non hai mai avuto un motore di ricerca proprietario. Il nome in codice era "metamaps", e la comprensione di tutto sta nel nome, appunto: meta. Un metalivello, perché è questa la chiave: essere su di un livello superiore, e riusare l'informazione presente nei livelli sottostanti».

Perché Volunia allora si è presentato al mondo come un motore di ricerca, riscuotendo peraltro più critiche che apprezzamenti?

La risposta sta nelle ragioni del marketing: chiunque capisce subito che cosa sia un motore di ricerca, mentre il concetto di "metalivello" più difficilmente attira l'attenzione.

Così Volunia si è presentato per quello che non voleva essere - almeno nelle intenzioni di Marchiori - e ha ricevuto l'accoglienza che sappiamo.

A ciò si sono poi aggiunti i contrasti di cui parla l'ideatore nella lettera aperta, partiti - a quanto si capisce - dall'intenzione di integrare un motore di ricerca contro il parere di Marchiori stesso.

Sondaggio
Secondo Confindustria Digitale, nei prossimi anni lo sviluppo dell'economia digitale può portare a un aumento di Pil del 4 o 5%. Quale di questi cinque assi d'intervento ritieni più significativo?
Sviluppo della domanda pubblica e privata di servizi on line: gli adempimenti dematerializzati devono diventare la regola e quelli allo sportello l'eccezione. - 35.4%
Investimenti infrastrutturali: nessun ricorso a fondi aggiuntivi. Favorire gli investimenti nelle reti Tlc e l'impiego delle risorse del Piano UltraBroadband del Ministero su aree in digital divide, a sostegno di reti mobili e fibra ottica. - 33.5%
Ecosistema internet: l'obiettivo è lo sviluppo dell'offerta legale dei contenuti. Riforma del diritto d'autore, diffusione delle modalità di pagamento elettronico, tutela della privacy. - 7.7%
Creazione di un vero mercato di Venture capital: l'obiettivo è sostenere la nascita di giovani start-up internet italiane. Detrazione d'imposta per gli investimenti di fondi di venture capital nelle start up. - 8.4%
Formazione dei lavoratori non nativi digitali. Occorre promuovere un grande piano di rioccupabilità legato agli skills ICT puntando ai fondi interprofessionali. In Italia meno del 10% delle ore di formazione viene dedicato a competenze digitali. - 15.1%
  Voti totali: 1097
 
Leggi i commenti (2)

Quale direzione ora prenderà Volunia non è per nulla chiara. D'altra parte, Marchiori non ha chiuso tutte le porte: ritiene che l'addio sia definitivo, e tuttavia afferma che qualora dovesse apparire «una nuova gestione del progetto» potrebbe anche rientrare.

Il problema di fondo si potrebbe cercare nel fatto che il professore ragiona come un accademico ma, dando vita a una startup, deve anche riuscire a generare profitti con la sua idea.

«Se il mio obiettivo fosse l'arricchimento personale, avrei da tempo abbandonato l'Università e l'Italia e accettato una delle offerte provenienti dall'estero. Mi sono invece immerso anima e corpo in questo progetto per la bellezza di far progredire il mondo del web, per il piacere di dare una scossa al futuro e fare qualcosa di utile» scrive, e si capisce che altri personaggi all'interno della società invece mirassero ad altro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

concordo con freemind: non esiste nessun progetto nel quale un bravo tecnico possa permettersi di fare solo il tecnico, lo so per esperienza personale, che in pratica vuol dire averci sbattuto il naso: se hai a cuore un progetto devi occuparti di tutti gli aspetti compreso, ahimè, il business. Il che vuol dire anche accettare dei... Leggi tutto
12-6-2012 15:24

Sinceramente ho apprezzato il coraggio di Marchiori per provare a portare a termine un'idea particolare come questa anche se l'argomento "motori di ricerca" mi interessa relativamente poco in questo periodo. Qualcuno dice che volunia fa schifo, altri lo trovano bello e qualcuno non ha capito un tubo di cosa dovesse essere. Se... Leggi tutto
12-6-2012 15:09

ecco qui un update link :old: Marchiori: “Non ho lasciato Volunia, mi hanno buttato fuori” Leggi tutto
12-6-2012 12:24

proprio adesso che finalmente posso provarlo? resto dell'opinione che l'idea sia interessante.
12-6-2012 12:12

Troppo severo e giudicante un semplice "non mi piace Volunia" era più che sufficiente! :old: Leggi tutto
12-6-2012 10:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque può vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (901 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics