Nasce a Oxford il Facebook per animali

Un gruppo di ricercatori ha creato un social network per studiare le relazioni sociali tra le cinciallegre.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2012]

cinciallegra facebook animali

Mentre per qualcuno Facebook è soltanto il regno dei perditempo, per alcuni ricercatori dell'Università di Oxford è stato l'ispirazione che ha permesso di creare un metodo innovativo per individuare le relazioni sociali tra gli animali, dando vita a un esperimento con le cinciallegre.

L'idea è nata all'interno del Dipartimento di Ingegneria: creare una sorta di "Facebook per animali", uno strumento che riveli «chi è amico di chi, quali sono i membri dello stesso gruppo e quali uccelli si recano regolarmente insieme alla ricerca di cibo o agli "eventi"» come spiega Ioannis Psorakis, che ha guidato la ricerca.

I ricercatori hanno ottenuto le informazioni necessarie grazie ai trasponder di cui sono stati "forniti" migliaia di cinciallegre: i sensori posti in 67 mangiatoie per uccelli disposte nelle vicinanza di Oxford hanno provveduto a raccogliere i dati.

Le osservazioni si sono svolte in due periodi: tra l'agosto 2007 e il marzo del 2008 e tra l'agosto del 2008 e il marzo del 2009.

Tutto ciò ha permesso di scoprire, per esempio, che i singoli individui non si raggruppano in stormi in maniera casuale ma tendono ad associarsi con quei membri della popolazione con cui interagiscono.

Sondaggio
Quale di questi consigli daresti per primo a tuo figlio?
Comunica solo con persone che conosci.
Non condividere messaggi o immagini offensive.
Scegli un nome utente appropriato.
Non condividere informazioni personali.
Seleziona le foto con attenzione.
Ricorda che tutto ci che condividi permanente.
Segnala tutto ci che ti mette a disagio.
Il mio consiglio un altro: lo esprimo utilizzando i commenti nel forum qui sotto.

Mostra i risultati (1777 voti)
Leggi i commenti (31)

I ricercatori hanno potuto creare in maniera automatica le "reti sociali" che gli uccelli costruiscono interagendo tra loro, individuando le "amicizie" tra le cinciallegre e quali di esse stavano iniziando il processo di accoppiamento, o quali erano già in coppia.

Il paragone con Facebook non è casuale, e suggerito dagli stessi ricercatori: «Nei dati che si inseriscono in Facebook si trovano le persone con cui si è amici, dove si è stati, e ciò che si condivide con gli altri» spiega Ioannis Psorakis.

«Ciò che abbiamo mostrato è che possiamo analizzare i dati relativi ai singoli animali, in questo caso le cinciallegre, per costruire un "Facebook per animali"» ha concluso il ricercatore.

Il prossimo passo è combinare le informazioni raccolte in questo modo con quelle di altro tipo, per esempio quelle genetiche: ciò potrà fare luce sulle basi genetiche della socialità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Compreresti un drone?
Ne ho gi uno.
S, assolutamente!
Forse s, ma aspetto che scendano un po' i prezzi.
No, che cosa me ne farei?
No, non ho soldi da buttare per un apparecchio inutile.
No, non voglio contribuire a riempire il cielo di schifezze.

Mostra i risultati (2591 voti)
Settembre 2020
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tutti gli Arretrati


web metrics