Dal Blog al Vlog

In Italia impazza la moda dei Blog: molti sono belli ed interessanti, altri troppo narcistici e logorroici. Ma negli Usa esplode già il Vlog, ovvero il Video Weblog.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-01-2003]

In questo momento in Italia è scoppiata la moda del Blog: tutti si fanno un Blog, e Portali come Clarence aprono degli spazi riservati per ospitare Blogger. Dopo essersi fatta l'email e magari il sito personale; dopo aver acquistato una connessione Adsl a 256K con l'illusione della larga banda; dopo essersi fatti abbordare e ad aver cercato di abbordare decine di uomini fingendosi donne, in migliaia di ore passate in chat; dopo aver discusso dei massimi sistemi in decine di mailing list di ulivisti, forzisti, pacifisti, motociclisti ed esibizionisti... dopo tutto questo, il navigatore italico medio non può non provare l'ebbrezza di un Blog.

Solo un Tic di una generazione di ventenni alle prese con una nuova forma di autocoscienza, in cui si analizzano, nevroticamente, le proprie paure e i prori malesseri e le proprie speranze, e di un'altra generazione di quarantenni alla ricerca sempre di qualcosa oltre la new age e i girotondi?

Nei Blog c'è di tutto: dalle banalità del "Diario Camay" a pagine di poesia di grandi autori e di autori sconosciuti, ma non meno grandi, ci si può imparare qualcosa e ci si può consolare vedendo altri singles come noi, sposati come noi, separati come noi, felici e disperati come noi.

Quello che forse piace dei Blog è l'essere una Rete di persone vere, che si linkano e postano senza pudori, senza indugiare in false realtà virtuali, che si riconoscono ed apprezzano nella loro diversità. Saranno così anche i Vlog (Video Blog o Blog di terza generazione) che stanno nascendo negli Usa?

Qualcuno prevede che i blogger inseriranno nei Blog sempre più foto e filmati, che non si limiteranno più al solo testo - questo grazie al calo dei prezzi degli hard disk e dei Dvd, nonché al diffondersi delle connessioni Adsl. Addirittura c'è che prevede la nascita dei "blogerazzi", una specie di paparazzi blog che armati di un telefonino con videocamera digitale scattino foto e le pubblichino immediatamente sul proprio blog, una metodologia che si presta anche a forme di contrinformazione o informazione indipendente.

In questo i Blog diventerebbero anche sempre più mod weblog, cioè un Blog accessibile ed aggiornabile, in modalità wireless, da terminali mobili come telefonini e palmari. Vi sono negli Usa anche gli scettici rispetto a questa trasformazione del Blog in Vlog perchè i video non si possono linkare e spesso non è facile inserirli in un sito.

In Italia c'è chi come Massimo Mantellini sostiene che "il Blog sia la rinvincita dell'Internet della Parola sull'Internet dell'immagine". Ma l'evoluzione in Vlog contraddirebbe questo assunto, ed è certamente una battaglia aperta. Un po' come quella degli SMS contro gli MMS, dove, purtroppo, l'esito sembrerebbe scontato, in una società dominata dalla Tv.

Chissà perchè mi viene in mente quel bellissimo fim di Truffaut "Fahrenheit 451" dove le persone sfuggono ad una società dominata da un Grande Fratello in Video che li scruta e li osserva per diventare un libro, uno di quei libri fatti di parole scritte che nel film i pompieri devono bruciare.

Inutile dire che faccio il tifo per i Blog solo di parole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

perchè?
CVD Leggi tutto
13-2-2003 08:31

luca ajroldi
blog Leggi tutto
11-2-2003 17:52

Luca Ajroldi
blog Leggi tutto
6-1-2003 14:56

Claudio Cazzola
Grandi fratelli e video blog Leggi tutto
4-1-2003 00:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pi pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual il pi pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2448 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 ottobre


web metrics