In prova: Jabra Halo2

IL TEST DI ZEUS - Un auricolare Bluetooth stereo che è anche un ottimo paio di cuffie per l'ascolto di musica e consente di comandare lo smartphone da lontano.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-12-2012]

Jabra Halo2 White

Nel mondo degli auricolari Bluetooth, un prodotto che funga contempora-neamente da auricolare (con microfono) per il telefono e da cuffie di qualità per l'ascolto di musica e che allo stesso tempo offra un design elegante suscita certamente attenzione.

È questo il caso delle cuffie Halo2 di Jabra, disponibili in versione nera (chiamata semplicemente Halo2) e bianca (Halo2 White, che è poi il modello da noi testato) e pensate soprattutto per gli smartphone.

Il design è la prima caratteristica che balza all'occhio: Jabra ha messo tutta la cura possibile nel realizzare un prodotto fine che attiri lo sguardo, con una forma ad arco e dotato della capacità di ripiegarsi su sé stesso per ridurre l'ingombro al minimo.

Se l'esterno è realizzato in plastica liscia, l'interno è rivestito in morbido materiale antiscivolo; quello adoperato per coprire gli altoparlanti (la cui comodità è particolarmente importante, visto che sarà a contatto con le orecchie) è morbido e piacevole al tatto. Se proprio bisogna trovargli un difetto, si può evidenziare come abbia la tendenza a trasformarsi in una sorta di calamita per la polvere.

Jabra, forse anche per compromettere il meno possibile l'estetica, ha deciso di ridurre al minimo la presenza di pulsanti e LED: l'unico vero pulsante è quello che si trova sul padiglione destro e svolge diverse funzioni, mentre la regolazione del volume è demandata a un comando a sfioramento.

Sondaggio
Che cos'è che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocità di connessione

Mostra i risultati (3882 voti)
Leggi i commenti (15)

Gli unici due LED (batteria e Bluetooth) si trovano nella parte interna, il che li rende invisibili quando le cuffie sono indossate: ciò fa sicuramente bene al design ma rende un po' inutile il fatto che il LED del collegamento Bluetooth lampeggi quando è in arrivo una chiamata.

Manca un interruttore per l'accensione e lo spegnimento, e ciò per una scelta precisa: tali operazioni si compiono infatti semplicemente ripiegando (per spegnere) e dispiegando (per accendere) le Halo2.

A questo proposito, è forse utile ricordare che per completare l'accensione non basta dispiegare le cuffie, ma occorre anche bloccare in sede le cerniere; in caso contrario l'auricolare resterà comunque spento. Le appena menzionate cerniere hanno un'aria discretamente robusta, che consente al proprietario di questo prodotto di adoperarle frequentemente senza troppa paura di arrecare danni.

Le Halo2, che supportano lo standard Bluetooth 3.0, si possono accoppiare con due dispositivi contemporaneamente; la procedura, posto che l'operazione di accensione sia stata condotta correttamente, è molto rapida e, una volta conclusa, permette di comandare alcune funzioni dello smartphone direttamente dalle cuffie.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Funzionalità, caratteristiche e qualità del suono

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)


molto belle, ma comunque ingombranti quando piegate... un oggetto del genere dovrebbe diventare piatto e sparire nel taschino, per sostituire veramente gli auricolari Mauro Leggi tutto
3-1-2013 13:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1524 voti)
Luglio 2020
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
Tutti gli Arretrati


web metrics