Il nuovo Demonoid è un fake

Il metamotore apparso di recente ha in comune col famoso tracker soltanto il nome.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-03-2013]

demonoid fake

La chiusura di Demonoid, avvenuta ormai oltre sei mesi fa, non ha scoraggiato gli utenti affezionati del popolare sito e tracker.

Non solo i segnali di vita apparsi in questi mesi - come il ritorno in attività del tracker lo scorso novembre e la fugace ricomparsa del sito a gennaio - avevano lasciato ben sperare gli orfani, ma la reputazione stessa di Demonoid ha fatto sì che le speranze non cadessero mai veramente.

La storia di questo servizio è infatti costellata di ripetute chiusure e successive riapparizione; fino agli avvenimenti dell'anno scorso, il più lungo periodo di inattività si era verificato tra il 2007 e il 2008, ma poi tutto era ritornato a funzionare.

Si capisce quindi perché l'attesa non sia mai venuta meno, ma qualcuno ha pensato di approfittare del simbolo e del nome di Demonoid per attivare un sito che non ha nulla in comune con l'originale.

Il sito in questione - che risponde all'URL Demonoid.mk - non è altro che un metamotore realizzato con il popolare script Torrentify X, del tutto simile ai colleghi Thepiratebay.mk, btjunkie.mk, i-torrent.net e via di seguito: tutti siti che si rifanno a tracker famosi ma che con questi non hanno nulla in comune.

Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3469 voti)
Leggi i commenti (8)

Peraltro, ci sono alcuni indizi che fanno pensare che dietro il "nuovo Demonoid" ci siano le stesse persone che gestiscono Thepiratebay.mk, come il fatto che questi siti adoperino lo stesso codice di Google Analytics.

In sostanza, dunque, chi sperava che Demonoid fosse tornato, seppure sotto una forma nuova, dovrà tornare ad attendere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google blocca Demonoid
Lo strano caso della resurrezione di Demonoid
Demonoid risorge a Hong Kong
Il ritorno di Demonoid
Anonymous: vendicheremo Demonoid
Demonoid spazzato via per compiacere gli USA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy è violata?
Sì, almeno potenzialmente.
No, è tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (3151 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics