Quando la pirateria è arte

Grazie a un artista francese file scaricati via BitTorrent da The Pirate Bay si trasformano in un'installazione artistica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2013]

pirate cinema exhibition

Forse non tutti lo sanno, ma l'uso di BitTorrent, in linea di massima, è tutt'altro che un'attività privata.

I dati pubblici che si possono intercettare in Rete sono apprezzatissimi dalle società che si occupano di lotta alle violazioni del copyright, ma possono anche trasformarsi in qualcosa di più creativo.

L'artista Nicolas Maigret e lo sviluppatore software Brendan Howell hanno deciso di creare un sistema di sorveglianza del traffico BitTorrent e trasformarlo in un'installazione artistica, attualmente in mostra al Sight + Sound Festival, in Canada, e che prende il nome di The Pirate Cinema.

Alla base dell'installazione ci sono i 100 torrent più scaricati da The Pirate Bay, mentre il "lato pubblico" è costituito da una stanza in cui vi sono tre maxischermi e diversi computer.

«Un aspetto dell'idea» - spiega l'artista - «è il riutilizzo dei sistemi di sorveglianza usati dalle aziende, dagli ISP e dai governi, per un altro scopo».

«D'altra parte» - continua Maigret - «l'idea era anche di mostrare l'attività delle persone su larga scala, e catturare l'attività viva delle comunità coinvolte nelle attività di condivisione».

Il risultato è un'installazione che può funzionare in due modi.Il primo scarica i torrent più popolari da The Pirate Bay e ne mostra frammenti sullo schermo; ogni pochi minuti la lista dei file scaricati viene aggiornata, modificando l'apparenza dell'installazione.

Sondaggio
I provider che filtrano il peer to peer
consentono a tutti gli utenti di usufruire della banda larga
ledono i diritti degli utenti che hanno acquistato un abbonamento a banda piena

Mostra i risultati (6010 voti)
Leggi i commenti (10)

Il secondo modo si affida invece a file (musica, film) selezionati da chi gestisce l'installazione: in pratica i contenuti sono come degli "strumenti" musicali che vengono "suonati" per dare vita a una performance tematica.

Dato che il download tramite BitTorrent non avviene in maniera lineare, la "linea temporale" dei video scaricati viene alterata: in pratica le varie scene - o sarebbe meglio dire "frammenti" - si susseguono in una sequenza che non è quella originale.

A tutto ciò si aggiunge la capacità, da parte di The Pirate Cinema, di visualizzare gli indirizzi IP della sorgente e della destinazione del file in download e attualmente mostrato a video, «rivelando parte del potenziale di questa architettura tecnica peer to peer».

«Lo consideriamo una specie di gioco» spiega Maigret. «Sin dall'inizio abbiamo studiato le modalità del sistema affinché possa essere presentabile indipendentemente dalle legislazioni dei diversi Paesi. Per esempio, usiamo una connessione cifrata verso la Svezia per rendere anonima ogni macchina adoperata nel progetto. I frammenti dei file sono codificati e restano solo temporaneamente sulle nostre macchine».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il gruppo death metal rinchiuso in una scatola insonorizzata
BitTorrent e il dilemma del pirata
Ecco i siti che minacciano l'industria della musica
The Pirate Bay parte per i Caraibi
The Pirate Bay torna in vetta, i cyberlocker collassano
Sequestrato notebook a bimba pirata di 9 anni
Io so che cosa hai scaricato da BitTorrent

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la tua app di instant messaging preferita?
WhatsApp
Telegram
Wickr
LINE
Kik
Tango
WeChat
Viber
Indoona
Snapchat
Facebook Messenger
Un'altra (indicala nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (2098 voti)
Febbraio 2020
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Tutti gli Arretrati


web metrics