Eye-Fi Mobi SD manda le foto allo smartphone o al tablet

Grazie all'hotspot Wi-Fi integrato invia automaticamente foto e video al dispositivo Android o iOS.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-06-2013]

EyeFi Mobi

Le schede SD Eye-Fi sono ormai in circolazione da qualche anno e, in sé, non rappresentano più una novità assoluta.

Quando sono nate, nel 2006, hanno acceso la curiosità perché permettevano di trasferire direttamente il loro contenuto al PC sfruttando la capacità integrata di connettersi a una rete Wi-Fi esistente.

In seguito sono migliorate, con il lancio della versione X2 che integrava un hotspot Wi-Fi, rendendo superflua la presenza di una rete wireless.

Adesso si evolvono ancora grazie alle schede Eye-Fi Mobi, pensate appositamente per il trasferimento istantaneo dei dati (foto e video) dalla scheda di memoria ai dispositivi mobili, ossia smartphone e tablet.

Si collegano infatti ai dispositivi Android o iOS tramite l'app gratuita che funge da visualizzatore di immagini ed è scaricabile da Google Play, dall'App Store o da Amazon (per chi possiede un Kindle Fire), nella quale bisogna inserire il codice a 10 cifre incluso nella confezione.

Sondaggio
Quanto Ŕ importante la fotocamera in un tablet?
La fotocamera nel tablet? Ma a che serve?
E' importante ma non essenziale, potrei farne tranquillamente a meno.
E' fondamentale: non comprerei mai un tablet senza una buona fotocamera, o meglio ancora due.
Non ho un tablet e non mi sono mai posto il problema.

Mostra i risultati (2242 voti)
Leggi i commenti (7)

Completata questa operazione, la Eye-Fi Mobi continuerà a inviare foto e video al dispositivi collegato, automaticamente.

Le schede Mobi sono SD di classe 10 e sono disponibili in versione da 8 Gbyte oppure da 16 Gbyte; la prima costa 49,99 dollari, la seconda 79,99 dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1460 voti)
Giugno 2023
Rarbg, inizia l'attacco dei cloni
Giove, la “precrimine” in salsa italiana
Pirati del web in lutto: Rarbg chiude per sempre
Venti di tecnocontrollo in Spagna
Maggio 2023
Stack Overflow è la prima vittima della IA
WhatsApp, ora i messaggi si possono modificare dopo l'invio
HP e l'aggiornamento che rende inutilizzabili le stampanti
Windows 10 21H2, aggiornamento forzato in vista
Google Chrome dirà addio al lucchetto da settembre
WhatsApp accede di nascosto al microfono. Solo un bug di Android?
Western Digital agli utenti: gli hacker hanno i vostri dati
Il “Padrino della IA” lascia Google per avvertire il mondo dei pericoli
Aprile 2023
WhatsApp introduce il supporto a più smartphone
La UE metterà il naso negli algoritmi dei giganti del web
Con la vendita della Rete TIM avremo le tariffe più alte
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 10 giugno


web metrics