Patente: addio tagliando, arriverà il duplicato

Il nuovo documento arriverà direttamente a casa e porterà una foto aggiornata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-10-2013]

nuova patente

Chi nei prossimi mesi dovrà rinnovare la patente si troverà di fronte a modalità parzialmente nuove e al pensionamento del vecchio tagliando d'aggiornamento.

Con la pubblicazione - lo scorso 2 ottobre - sulla Gazzetta Ufficiale di un decreto del Ministero dei Trasporti, la patente di guida adotta diventa più leggibile, guadagna una fotografia sempre aggiornata e viene sostituita completamente ogni volta che deve essere rinnovata.

Al momento della visita, il titolare del documento deve portare con sé una fototessera recente che il medico poi invierà, insieme al documento attestante il superamento della visita e la firma del titolare, alla motorizzazione.

Entro 60 giorni una nuova patente, la cui scadenza diventerà da quel momento la data di compleanno del titolare, arriverà direttamente a casa; nel frattempo una ricevuta permetterà di continuare a circolare.

A quel punto bisognerà distruggere la vecchia patente non più valida.

Sondaggio
Secondo Confindustria Digitale, nei prossimi anni lo sviluppo dell'economia digitale può portare a un aumento di Pil del 4 o 5%. Quale di questi cinque assi d'intervento ritieni più significativo?
Sviluppo della domanda pubblica e privata di servizi on line: gli adempimenti dematerializzati devono diventare la regola e quelli allo sportello l'eccezione. - 35.4%
Investimenti infrastrutturali: nessun ricorso a fondi aggiuntivi. Favorire gli investimenti nelle reti Tlc e l'impiego delle risorse del Piano UltraBroadband del Ministero su aree in digital divide, a sostegno di reti mobili e fibra ottica. - 33.5%
Ecosistema internet: l'obiettivo è lo sviluppo dell'offerta legale dei contenuti. Riforma del diritto d'autore, diffusione delle modalità di pagamento elettronico, tutela della privacy. - 7.7%
Creazione di un vero mercato di Venture capital: l'obiettivo è sostenere la nascita di giovani start-up internet italiane. Detrazione d'imposta per gli investimenti di fondi di venture capital nelle start up. - 8.4%
Formazione dei lavoratori non nativi digitali. Occorre promuovere un grande piano di rioccupabilità legato agli skills ICT puntando ai fondi interprofessionali. In Italia meno del 10% delle ore di formazione viene dedicato a competenze digitali. - 15.1%
  Voti totali: 1097
 
Leggi i commenti (2)

Se tutto andrà bene, le norme entreranno in vigore a partire dal prossimo 2 novembre: è atteso un ulteriore decreto attuativo stilato d'intesa col Ministero della Salute.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La patente di guida sullo smartphone? L'esperimento negli USA
Motorini, arriva la patente a punti per i minorenni
Patente, l'esame teorico è sempre più difficile
La petizione per vietare agli uomini di guidare
Patente a punti consultabile on line e con lo storico
Inviare SMS durante l'esame per la patente
Foto della patente con scolapasta in testa per motivi religiosi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)


costerà circa 10 euro in più'
14-10-2013 15:17

@Maary79 Infatti scatta dal 1 Ottobre 2013. Per la faccenda dei terremotati è FINANZIAMENTO DA PARTE DELLO STATO ITALIANO e non elargizione ENEL. Gli altri gestori NON HANNO ANCORA RICEVUTO I SOLDI al contrario dell'ENEL. Perchè ritornano all'ENEL? Perchè anche se il gestore è diverso, gira e rigira è SEMPRE ENEL. In Italia come... Leggi tutto
13-10-2013 12:50

Che Enel non sia più pubblico non c'è dubbio :) tutti quelli che ho conosciuto che passarono ad altro gestore, alla fine ritornarono ad Enel. È capitato che pagassi in ritardo e non ho mai trovato interessi di mora nella bolletta successiva... I comuni terremotati dell' Emilia oltre ad avere la bolletta sospesa per più di un anno... Leggi tutto
13-10-2013 12:11

L'Enel è un privato e non più di Stato, inoltre la AEEG non possiede nessun diritto decisionale verso i clienti ma verso i fornitori in quanto è unione dei fornitori. :shock: Ciao
13-10-2013 02:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2567 voti)
Settembre 2020
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Tutti gli Arretrati


web metrics