Da Audi il tablet Android nel cruscotto della macchina

Smart Display consente di controllare le funzioni dell'auto e di connettersi a Internet tramite l'hotspot LTE integrato nella vettura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-01-2014]

audi smart display 03

La Open Automotive Alliance, voluta da Google per portare Android sui veicoli, mostra i primi frutti.

Al CES di Las Vegas, Audi - una delle aziende coinvolte nell'iniziativa - ha presentato il proprio Smart Display, un tablet basato su Android, processore nVidia Tegra T40 e dotato di schermo da 10,2 pollici.

Ovviamente si tratta di un tablet dedicato alle automobili: le sue funzionalità comprendono infatti la gestione dei vari sistemi presenti nel veicolo, dal navigatore GPS all'autoradio, dalla possibilità di fare telefonate a quella di visualizzare le informazioni più utili, quali la velocità o i chilometri percorsi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1187 voti)
Leggi i commenti (11)
Il collegamento all'auto avviene via rete Wi-Fi, ma è previsto anche l'accesso a Internet tramite l'hotspot integrato nel mezzo (con supporto alla tecnologia LTE): in questo modo chi viaggia può accedere a tutti i servizi, le app e le offerte di intrattenimento offerti da un normale tablet tramite Google Play.

Audi afferma di aver posto una cura particolare nella realizzazione del tablet anche per quanto riguarda la scelta dei materiali: il risultato è un prodotto che riesce a resistere abbandonato nell'abitacolo anche durante i gelidi inverni e le estati afose.

L'Audi Smart Display appare infatti più dedicato ai passeggeri che al guidatore, il quale deve pensare a non distrarsi. A lui le informazioni arrivano tramite un display LCD da 12,3 pollici e grafica in alta definizione, le cui funzioni si possono attivare tramite i pulsanti al volante.

L'intera dotazione - schermo LCD e tablet Smart Display - dovrebbe equipaggiare l'Audi TT 2014, il cui lancio è previsto nei prossimi mesi.

audi smart display 01
audi smart display 02

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple CarPlay porta iOS sulle auto
Sms alla guida
LG svela il bracciale per il fitness che è anche uno smartwatch
Google sfida Apple anche sulle auto

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3687 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics