Google collaborava segretamente con la NSA

La prova in uno scambio di email.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2014]

Google NSA

Nonostante le società neghino ogni coinvolgimento, la NSA ha sempre sostenuto che i giganti del web hanno collaborato attivamente con le sue attività.

Ora, stando a quanto riporta Al Jazeera America, si scopre che NSA e Google avevano rapporti ben più stretti di quanto sinora si immaginasse.

Uno scambio di email tra l'ex direttore dell'Agenzia, il generale Keith Alexander, e i dirigenti di Google Sergey Brin e Eric Schmidt prova tutto ciò.

I messaggi rivelano che i dirigenti di Google sono stati invitati a incontri segreti; nel giugno 2012 per esempio, si incontrarono per parlare della sicurezza sui dispositivi mobili.

Non è finita qui: sei mesi dopo Schmidt, allora CEO di Google, venne invitato a un nuovo incontro insieme a un «piccolo gruppo di CEO» per fornire la propria assistenza alle attività governative.

«Sei mesi fa» - scrive il generale - «abbiamo iniziato a concentrarci sulla sicurezza dei dispositivi mobili. Un gruppo (soprattutto Google, Apple e Microsoft) di recente si è accordato su una serie di principi di base». Dunque non solo Google è coinvolta.

L'email del generale prosegue parlando del successivo incontro segreto e delle mosse che necessariamente ne seguiranno.

La rivelazione di queste email ha scatenato diverse reazioni nell'opinione pubblica, specialmente in quella americana. Oltre a chi afferma di aver sempre saputo che le aziende non potevano non collaborare con il governo, c'è chi ha assunto una posizione mediana.

mail Google NSA

È il caso per esempio di Jennifer Granick, della Stanford Law School, che esaminando la situazione ritiene che la collaborazione tra governo e aziende sia «assolutamente essenziale», sebbene «allo stesso tempo comporti dei rischi per la privacy degli utenti e per la loro sicurezza a causa del modo in cui le falle vengono rivelate».

Il problema, insomma, starebbe più che altro nella mancanza di trasparenza con la quale vengono condotte queste operazioni, piuttosto che nelle operazioni in sé.

L'esame delle email inviate da Alexander per convincere Google a cooperare mostra come negli scorsi anni - sino almeno dal 2009 - «18 CEO americani» abbiano attivamente collaborato con la NSA su «importanti (generalmente segreti) problemi di sicurezza che non possono essere risolti da singole realtà».

«Per esempio, negli scorsi 18 mesi, noi (soprattutto Intel, AMD, HP, Dell e Microsoft) abbiamo portato a termine l'impegno di rendere più sicuro il BIOS delle piattforme enterprise per rispondere a una minaccia in quell'area» continua l'email.

Di tutto ciò, naturalmente, il grande pubblico non ha finora saputo niente. E, quel che è peggio, nel processo le aziende hanno consegnato le proprie difese alla NSA, che ha imparato come superarle.

Sondaggio
Hai mai inviato Sms o messaggi o email a un tuo familiare mentre entrambi eravate a casa?
No, mai.
E' successo una o due volte.
Ogni tanto capita ma non è mia abitudine.
Lo faccio regolarmente.

Mostra i risultati (1577 voti)
Leggi i commenti (19)

A questo proposito la EFF, per bocca di Nate Cardozo, afferma: «Io credo che la gente debba essere preoccupata di sapere se la NSA davvero abbia fatto tutto il possibile, come sostiene l'email, per aiutare a rendere più sicuri i BIOS e i dispositivi mobili oppure se abbia tenuto per sé le vulnerabilità migliori».

Il fatto che sia la NSA a occuparsi di migliorare le misure di sicurezza delle aziende - come queste email sostengono - che sia sempre la NSA a spiare queste stesse aziende - come è emerso in passato - fa sorgere più di un dubbio in proposito.

I dubbi sono ancora più profondi se si fa riferimento a quanto emerso alla fine dello scorso anno, quando le attività dell'Unità TAO, abile nello sfruttare falle hardware e nei BIOS sconosciute ai costruttori stessi, sono venute alla luce.

Tutto ciò, unito alla pronta risposta fornita dai dirigenti di Google alla chiamata del generale (così come quelli di altre aziende avevano già fatto), non può che legittimare la preoccupazione degli utenti: oltre alla sicurezza, servirebbe anche la trasparenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook, i governi vogliono i dati degli utenti
NSA: Google e Facebook sapevano tutto
TOR lancia la chat anonima e sicura
Blackphone, lo smartphone a prova di spioni
L'NSA può penetrare anche nei PC non connessi a Internet
Apple nega: "Nessuna backdoor sull'iPhone"
Così la NSA installa malware su tutti i PC

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Caro dbp io mi riferivo al periodo pre informatico quando bastava controllare la posta, i giornali e, quando è iniziata la sua diffusione, la televisione. :wink:
12-5-2014 19:14

{dbp}
@gladiator, forse dovresti andarti a studiare un bel pò di informatica, perchè proprio nel passato c'erano più sistemi centralizzati (MAINFRAMES), e solo negli ultimi 20' anni, si sono sviluppati sistemi distirbuiti (SERVERS). Vai a studiarti il manuale dei DATABASE RELAZIONALI del 1991/1992 (RDBMS), edito... Leggi tutto
12-5-2014 11:11

E' piuttosto ovvio che gli organismi preposti alla sicurezza nazionale vogliano mantenere un attento e profondo controllo sui metodi e sui mezzi di comunicazione e sulle informazioni che, tramite essi, vengono scambiate, nel passato era più semplice poiché i mezzi erano meno e maggiormente centralizzati quindi più facilmente... Leggi tutto
10-5-2014 14:16

{dbp}
premesso che non è una novità che goole cooperava con l'NSA, lo sapevano anche i sassi, per quel che riguarda anche i BIOS, non è una novità. link[/url] Will your computer's "Secure Boot" turn out to be "Restricted Boot"? e [url=http://forum.zeusnews.com/link/143407]link Coreboot, the campaign for a free BIOS ... Leggi tutto
8-5-2014 11:19

Da quel che ho capito, i vertici di tutte le aziende di un certo livello e con una grande esposizione al pubblico, devono (almeno negli USA) avere dirigenti che sono stati nei servizi, in agenzie ad essi collegate eccetera. Questo per una questione di sicurezza nazionale. Non so dove io l'abbia letto né se io abbia capito correttamente... Leggi tutto
8-5-2014 10:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo principale strumento di gioco?
Il Pc
Il notebook
Il tablet
Il telefonino
La console di casa
La console portatile
Giochi tradizionali (da tavolo, di ruolo, di carte ecc.)
Giochi sul web

Mostra i risultati (2118 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics