Uber e i tassisti

L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-05-2014]

L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2051 voti)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Vaccinarsi con Uber: 20 mila corse gratuite in Italia
Uber bloccato in tutta la Germania
UberPop dichiarato fuorilegge, così potrebbe diventare legale
Uber entra in Google Maps sugli smartphone
Uber pensa agli aeroporti
Anche Berlino mette fuorilegge Uber
Uber fuorilegge in Belgio
Uber diventa pony express
Come uccidere Uber
L'app più odiata dai tassisti, in sciopero selvaggio a Milano
L'auto senza conducente made in Google (aggiornamento)
Se il taxi è un'app

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

Quello neppure lo faccio salire a bordo. :twisted: Leggi tutto
13-10-2020 02:17

...E se un cliente è no-vax? Si aggiungono altri problemi... :roll: Leggi tutto
12-10-2020 18:11

Non solo, ridurrebbe drasticamente l'inquinamento, per funzionare le tariffe dei "tassisti uber" devono mantenersi basse quindi il "passaggio" lo darebbero solo su tratte che percorrerebbero comunque, da soli in un'auto a 5 posti. Mauro Leggi tutto
29-6-2014 02:35

Non credo che ci siano dubbi sul fatto che i tassisti siano una casta, come i notai, gli avvocati, i medici o i lavoratori del pubblico impiego ... un milione di etc. Viene dimostrato continuamente da come si muovono per mantenere lo status quo. Ma da qui a voler utilizzare strumenti fuori legge (leggasi uber-pop) ne passa.
28-5-2014 14:28

Visti i risultati del sondaggio, sembra che la percezione che ha merlin sia abbastanza diffusa...
28-5-2014 10:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2325 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 luglio


web metrics