Uber, ecco quanto guadagna un autista a New York

Molto più di quanto faccia un tradizionale tassista.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-06-2014]

uber guadagni

Uber, sebbene odiato dai tassisti, è apprezzato dagli utenti per via della sua praticità; viene però da chiedersi quanto sia conveniente per coloro che offrono il servizio come autisti.

La risposta a questa domanda viene dal Washington Post: a New York, un autista che lavora con UberX per 40 ore la settimana incassa in media 90,766 dollari all'anno; a San Francisco la cifra è un po' più bassa: 74.191 dollari l'anno. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1953 voti)
Leggi i commenti (18)
Per contro, un tassista medio negli USA riesce a portare a casa circa 30.000 dollari l'anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
UberPop dichiarato fuorilegge, così potrebbe diventare legale
Uber entra in Google Maps sugli smartphone
Uber pensa agli aeroporti
Anche Berlino mette fuorilegge Uber
Uber diventa pony express
L'app più odiata dai tassisti, in sciopero selvaggio a Milano

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Completamente d'accordo! Non si possono confrontare mele con pere e trarre conclusioni. Leggi tutto
7-6-2014 16:15

Se fosse vero sarebbe da prendere il primo "barcone" solo andata per gli USA e cominciare a fare quel mestiere! Ma non penso sia così roseo... Presumo che anche negli USA si possa fare questo lavoro da autonomi o assunti da ditte di trasporto, che sia il tassista che l'ncc che usa Uber. Anzi in servizio che usa Uber sembra un... Leggi tutto
6-6-2014 10:37

{antonio}
A Milano la velocità media di giorno dei mezzi pubblici è di 12 km/h (trovate in rete i dati. Anche se un autista lavorasse 10 ore di fila (tutto a discapito della sicurezza, senza pause per andare in bagno o mangiare) potrebbe percorrere al massimo 120km. Moltiplicate la tariffa al km per 120 e ottenete l'ipotetico... Leggi tutto
5-6-2014 22:50

il problema è che i numeri indicati non parlano di come funziona in Italia, ma erano relativi agli Stati Uniti (new york, etc). Li le cose funzionano diverse. Quello che fotografi tu è quello che in effetti avviene in Italia
5-6-2014 12:59

No franz, è il contrario...solitamente il tassista si acquista la licenza da un altro tassista a caro prezzo e lavora in proprio come lavoratore autonomo. L'uber tassista già conosciuto come ncc (noleggio con conducente) solitamente è assunto da aziende di trasporti persone. L'ncc può essere anche un lavoratore autonomo, con regolare... Leggi tutto
5-6-2014 12:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1187 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics