Wikipedia e il selfie del macaco

L'enciclopedia online non corrisponderà i diritti al fotografo: ''E' stata la scimmia a scattare''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2014]

macaco

Tra le tante disavventure giudiziarie che la benemerita Wikipedia subisce ogni anno ora c'è anche questa.

Nel 2011 il fotografo e naturalista David Slater si trova in Indonesia, nella foresta, per effettuare un servizio sui macachi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (330 voti)
Leggi i commenti
Uno di questi ruba a Slater una fotocamera e scatta un sacco di foto, molte sfocate e insignificanti, ovviamente, ma anche un bel selfie: un autoritratto di un macaco sorridente.

Una volta recuperata la fotocamera, la foto finisce anche su Wikipedia, che utilizza la foto ma senza corrispondere nulla a Slater per i diritti d'autore.

Secondo Wikipedia infatti la foto non è un'opera frutto del lavoro di una persona, essendo scattata da una scimmia.

Gli animali non hanno diritto al copyright ma ne hanno altri, fra cui quello di essere rispettati, non violentati e non uccisi in modo troppo doloroso (diritti codificati a livello internazionale), protetti se in via di estinzione dalla caccia e dall'esportazione selvaggia. Ma non hanno una tutela per i diritti d'autore.

Slater non la pensa così: ha citato in giudizio Wikipedia sostenendo di aver ricevuto un grosso danno economico e che comunque lui ha il merito di aver organizzato il servizio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

E ai diritti all'immagine della povera scimmia, chi ci pensa? Chi li difenderà davanti al Tribunale per i diritti dell'animale? Avrà o no diritto, lei e i suoi eredi per i prossimi 60/70 anni, ad almeno un casco di banane per ogni utilizzo?
26-12-2015 03:01

Le leggi sul copyright hanno bisogno di una seria revisione, ma intanto wikimedia ha torto e la foto è di proprietà del fotografo, anche se questo ha raccontato la balla del selfie del macaco.
20-8-2014 15:37

Sara', ma io non vedo l'ora che tutte queste questioni di lana caprina sul copyright si infrangano contro il concetto di libera diffusione dell'informazione, anche quando si tratta di presunta "arte". E' solo questione di tempo, il copyright e' strutturalmente anacronistico.
12-8-2014 14:21

Ma ROTFL allora se mando una scimmia arrapata a casa di un admin di wikipedia non sono responsabile dei danni che provoca ? Se la macchina fotografica era di proprietà di questo fotografo allora il copyright è suo, a meno che non si fosse accordato diversamente con chi materialmente abbia scattato le foto. Tra l'altro penso che sia una... Leggi tutto
8-8-2014 22:54

Free un corno... Il ruolo del fotografo non si limita più al solo scatto... esiste tutto il lavoro legato alla post produzione, esiste il fatto che egli ha fatto un viaggio ed ha sostenuto dei costi per poter essere sul posto, esiste il fatto che ha rischiato la sua attrezzatura dandola in mano un animale che avrebbe anche potuto... Leggi tutto
8-8-2014 14:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (887 voti)
Dicembre 2018
Italia, carta d'identità obbligatoria per iscriversi ai social network
Mail di porno-estorsione, versione italiana: siamo ai saldi
L'open Internet rischia di chiudersi
Robot di Amazon manda all'ospedale 24 dipendenti
Le aziende si preparano a sostituire il Wi-Fi con reti 5G private
Lo smartphone con Linux e KDE che non è un telefono cellulare
Hacker viola 50.000 stampanti per invitare tutti su un canale Youtube
Novembre 2018
Facebook e il caso dei messaggi zombie
Malware nei portatili Lenovo, utenti risarciti con 7,3 milioni di dollari
Gioca dal vivo a PUBG e uccide l'amico
Amazon, nomi e indirizzi email degli utenti rivelati per errore
Bethesda e la patch da quasi 50 gigabyte per Fallout 76
Sai che cos'è il phishing? Allora hai più probabilità di cascarci
Il Garante privacy boccia la fattura elettronica
Windows 10, ritorna l'October Update
Tutti gli Arretrati


web metrics