Microsoft e Seat, un nuovo monopolio

Microsoft e Seat Pagine Gialle concludono un accordo da cui potrebbe nascere un nuovo monopolio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-07-2003]

Seat Pagine Gialle e Microsoft Italia hanno appena concluso un accordo di partneship: i database on line di paginegialle.it e paginebianche.it (che raccolgono tutti i numeri di telefoni fissi italiani, sia di Telecom Italia sia degli altri gestori) saranno accessibili direttamente dalle più comuni applicazioni informatiche di Microsoft, come Outlook, Word ed Excel.

Si tratta di un accordo che rischia di far rientrare dalla finestra il monopolio di Seat-Pagine Gialle che le due Authority, l'Antitrust e quella per le Comunicazioni, hanno cercato in questi anni di combattere. Negli anni scorsi, infatti, a seguito di un ricorso dell'allora concorrente Pagine Utili di Mondadori, la Seat era stata obbligata a distribuire le Pagine Gialle separatamente dall'elenco telefonico. In seguito all'acquisto di Seat da parte di Telecom Italia (che fino al 1997 ne era già stata la proprietaria) la stessa Telecom Italia era stata obbligata a mettere a disposizione, gratuitamente, a tutti i gestori di telefonia fissa e mobile il prorio database degli abbonati, anziché darlo in esclusiva a Seat-Pg.

In seguito è arrivata la decisione dell'Autorità per le Comunicazioni di dare vita a un elenco pubblico virtuale unico di tutti gli abbonati di telefonia fissa e mobile, che sarà operativo dal prossimo anno e che dovrà essere stampato e distribuito non più solo da Seat ma sulla base di gare interregionali.

Lo scopo dell'Antitrust è stato, in questi anni, quello di evitare un monopolio di fatto nella raccolta delle inserzioni pubblicitarie negli elenchi telefonici come è sempre stato quello di Seat mentre quello dell'Authority delle Comunicazioni di evitare che la "parentela" Seat-Telecom Italia favorisse l'ex monopolista.

Pochi giorni fa Telecom Italia ha rotto definitivamente il legame con Seat, che ha venduto a una cordata di fondi di investimento stranieri, sottoscrivendo anche una clausola di non concorrenza nel settore delle directory (gli elenchi telefonici) con la sua ex controllata.

Ma l'accordo Microsoft-Seat rischia di creare un monopolio Seat ancora più forte di prima: la posizione dominante che Microsoft ha in Italia nella vendita di software operativo per la clientela business e consumer, che è installato sulla stragrande maggioranza dei Pc italiani, farà piazza pulita di tutti gli attuali e potenziali futuri concorrenti che Seat ha nel settore degli elenchi on line, che avrà sempre più peso con la crescita dell'utilizzo del Pc e di Internet. Perfino i dipendenti di Telecom Italia che utilizzano macchine con licenza Microsoft tenderanno a consultare i siti Seat anzichè quello di Info412 della stessa Telecom Italia.

Recentemente il portale Virgilio-Tin.it si era molto giovato della collaborazione con i siti Seat per accrescere il numero dei suoi accessi. Ma ora le strade di Virgilio-Tin.it (che rimane in Telecom Italia Media) e di Seat si separano, e quelle di Seat si incrociano con quelle di Microsoft.

Un accordo del genere andrebbe sottoposto al vaglio dell'Antitrust italiano, e forse di quello europeo. Vedremo se i due nuovi partner lo faranno e, in caso contrario, attenderemo i ricorsi che non mancheranno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

Matteo
Elenchi... ma chi li fa... Leggi tutto
19-4-2005 13:27

Massimiliano
Non è che ci voglia poi molto Leggi tutto
2-7-2003 16:23

Franco
Monopolio Microsoft Leggi tutto
2-7-2003 15:17

Matteo
come tutte le cose in Italia Leggi tutto
2-7-2003 09:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ci sono degli aggiornamenti del sistema operativo da scaricare e installare. Cosa fai?
Non installo nulla perché incide sulla velocità di Internet e sulle prestazioni del computer
Accetto l'installazione. Possono essere aggiornamenti importanti
Forse installerò gli aggiornamenti più tardi
Non vedo notifiche provenienti dal sistema operativo

Mostra i risultati (2945 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 agosto


web metrics