Ritrovare chiavi e smartphone con Motorola

Niente più affannose ricerche grazie a Keylink.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-11-2014]

motorola keylink

A chi non è mai capitata di appoggiare lo smartphone da qualche parte per un minuto salvo poi dimenticarsi il punto preciso?

Per fortuna, in questi casi la soluzione è di solito semplice: basta usare un altro telefono per sentire squillare, o quantomeno vibrare, il disperso.

Allo stesso modo spesso capita di dimenticare dove si sono lasciate le chiavi, e allora la faccenda si complica: non si può semplicemente telefonare al portachiavi.

Per risolvere questo problema ora c'è il Keylink di Motorola, un piccolo gadget Bluetooth da inserire nel portachiavi.

Una volta effettuato l'accoppiamento con lo smartphone, basterà utilizzare l'app Connect di Motorola affinché Keylink inizi a emettere un segnale acustico, tramite il quale sarà possibile rintracciare velocemente le chiavi.

Sondaggio
Quanto spendi di elettricità ogni mese?
Meno di 30 euro
Tra 30 e 50 euro
Tra 50 e 75 euro
Tra 75 e 100 euro
Tra 100 e 150 euro
Più di 150 euro

Mostra i risultati (2724 voti)
Leggi i commenti (4)

Il bello è che Keylink funziona anche al contrario: dispone infatti di un pulsante che, se premuto, fa squillare lo smartphone.

Il sistema funziona sia con iOS sia con Android e ha una portata di circa 100 piedi (circa 30 metri). Inoltre, se si dispone di uno smartphone con Android 5.0 Lollipop si può utilizzare Keylink per sbloccare il telefono grazie alla funzionalità Smart Lock.

La batteria interna di Keylink può durare - secondo Motorola - fino a un anno e può facilmente essere sostituita dall'utente.

Keylink è in vendita a 24,99 dollari (poco più di 20 euro).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il GPS per tenere sotto controllo il gatto
L'app che ti ricorda dove hai parcheggiato l'auto
Intel inventa l'antifurto per portatili

Commenti all'articolo (3)

Un sogno che diventa realtà :shock: :lol:
1-12-2014 12:51

Potevano farlo costare anche meno...
30-11-2014 14:08

Ottimo gadget davvero utile direi.
30-11-2014 13:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1364 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 marzo


web metrics