Kim Dotcom: State lontani da Mega

Il fondatore avverte gli utenti: ''I vostri dati non sono più al sicuro''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-08-2015]

kim dotcom contro mega

Nonostante non sia più da tempo coinvolto nella gestione, Kim Dotcom è sempre stato uno dei più fieri sostenitori di Mega, la creatura da lui stesso fondata dopo la chiusura di Megaupload.

A sorpresa, ora le cose sono evidentemente cambiate: in una intervista su Slashdot, Kim Dotcom ha addirittura consigliato di stare alla larga da Mega, che oggi si troverebbe nelle mani di personaggi dal suo punto di vista poco raccomandabili.

«Non sono più coinvolto in Mega» ha scritto Dotcom. «Né nella gestione, né come azionista. L'azienda ha subito un'acquisizione ostile da parte di un investitore cinese che è ricercato in Cina per frode. Ha usato alcuni prestanome e aziende per accumulare sempre più quote di Mega».

La notizia è stata colta con grande stupore e anche con una certa apprensione, ma Dotcom ha continuato: «Di recente le sue azioni sono state sequestrate dal governo neozelandese. Il che significa che adesso è il governo della Nuova Zelanda a controllare Mega».

Secondo Kim Dotcom, ulteriormente intervistato sull'argomento da TorrentFreak, Mega «non è più sotto il controllo di quelle persone che hanno a cuore la libertà di Internet», ma buona parte delle azioni sono ormai nelle mani del governo e delle major di Hollywood, che insieme si sarebbero dati da fare per evitare l'ingresso in Borsa di Mega.

Anzi, pian piano governo e major americane starebbero lavorando per affossare anche il successore di Megaupload, che ormai sarebbe - a sentire Dotcom - sull'orlo della bancarotta.

«A causa di tutto ciò e di certi altre questioni di cui non posso parlare non mi fido più di Mega. Non credo che i vostri dati siano più al sicuro, su Mega. Ma il mio patto di non concorrenza scade alla fine dell'anno e creerà un concorrente di Mega che sarà completamente open source e non profit, analogo al modello di Wikipedia. Voglio garantire a tutti spazio nel cloud illimitato, gratuito e crittografato, con l'aiuto delle donazioni dalla comunità per far funzionare le cose».

Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni concordi maggiormente?
Il cloud computing può migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale.
Il cloud computing può aumentare la capacità di innovazione dei dipartimenti IT.
La mia azienda ha già implementato servizi cloud o progetta di farlo.
I servizi cloud sarà una componente importante per il successo della mia azienda nei prossimi 12 mesi.
Il cloud computing consente una riduzione dei costi di manutenzione dell'IT.
Il cloud computing consente una diminuzione dei costi IT e di gestione e miglioramento nell'efficienza dei processi.
Il cloud computing offre maggiori vantaggi per il business rispetto all'outsourcing tradizionale.

Mostra i risultati (644 voti)
Leggi i commenti (50)

Mega, ovviamente, ritiene che Kim Dotcom stia dipingendo un quadro totalmente falso.

Secondo il CEO Graham Gaylard la situazione è assolutamente trasparente, a partire dagli azionisti, che sono elencati sul sito del governo neozelandese; quanto all'acquisizione ostile, si sarebbe trattato di un normale investimento peraltro approvato dal 75% degli azionisti.

Quanto alle accuse di non rispettare più gli ideali con cui Mega era stato fondato, Gaylard afferma che «Mega è in disaccordo su un buon numero di commenti pubblici fatti dal signor Dotcom» e che l'azienda «continua a essere gestita dal suo team esecutivo, supportato da un Consiglio di Amministrazione e dagli azionisti, che hanno tutti profondamente a cuore la libertà di Internet e la privacy».

Il fatto è che Mega e Kim Dotcom sono evidentemente ormai due estranei, e per di più, a quanto sembra, in pessimi rapporti. «Mega ritiene che i commenti diffamatori del signor Dotcom siano egocentrici e fatti soltanto per promuovere questa sua fantomatica nuova iniziativa» sostiene Gaylard, il quale definisce le affermazioni di Kim Dotcom «un attacco ingiustificato, irresponsabile e diffamatorio» e una prova «di quanto il signor Dotcom e Mega siano ormai lontani l'uno dall'altro».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

i nostri dati purtroppo sono in mano a tutto il mondo,e già da molto tempo non sono più sicuri. esiste un mercato così florido di dati ed informazioni personali tale da far girare cifre ENORMI. se si va in giro a cercare tipo 1000 indirizzi email (tanto per fare un esempio anche poco aderente) per fare invio di pubblicità (poco importa... Leggi tutto
14-8-2015 22:12

{Spazio}
Penso che la Vicenda di Kim al tribunale lo abbia un po arreso e si è messo in disparte..minacce su minacce nel tempo fanno perdere forze e voglia energie per andare avanti. .soprattutto se governative..sappiamo come mafia e interessi nei governi su altri abbiano il potere di togliere dai piedi qualcuno. .e la storia insegna ... Leggi tutto
14-8-2015 09:15

significa che il signor dot si fara' fare donazioni dai soliti stupidi che pensano di trovare chissa quali file rubati o schifosi della peggior pornografia. intaschera' altri milioni dai piratucoli che per risparmiare 3 euro per vedere un film ne spendono centinaia in ore perse sul web, hard disk connessioni donazioni abbonamenti... Leggi tutto
14-8-2015 08:40

{utente anonimo}
No, è vero, Kim Dotcom non sarà uno stinco di santo ma aveva creato una piattaforma proprio per tenere alta la libertà di espressione e condivisione di ognuno magari guadagnandoci anche sopra ma chi non l'avrebbe fatto, purtroppo xo le grandi Major come sempre hanno tagliato le ali a chi gli portava via i... Leggi tutto
14-8-2015 07:25

Non so chi sia Hollywood (se qualcuno mi illumina ..) Comunque io uso Mega ma mando i file (Upload) criptati sul Server. Dite che è un problema lo stesso? :roll: In ogni caso il "mio Mega" è un file storage Cloud secondario,lo posso pure eliminare,ma farebbe piacere avere doppia copia su doppio Cluod (almeno per me) ... Leggi tutto
13-8-2015 19:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il Garante Privacy ha istituito - ormai da anni - un servizio che in teoria dovrebbe tutelare la privacy dei cittadini iscritti, vietando ai call center di chiamare i loro numeri telefonici. Secondo la tua esperienza, il Registro delle Opposizioni funziona?
Sì. Sono iscritto e non mi scocciano praticamente mai.
Non lo so. Non sono iscritto.
No. Sono iscritto e continuo a ricevere telefonate con proposte commerciali.

Mostra i risultati (3063 voti)
Febbraio 2023
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 febbraio


web metrics