Legge copyright: iTunes illegale nel Regno Unito

Con la messa la bando del ripping dei CD anche il popolare software finisce fuorilegge.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-08-2015]

itunes illegale regno unito

Sembra un po' schizofrenica la giurisprudenza britannica per quanto riguarda il diritto d'autore: verso la fine dell'anno scorso il governo aveva deciso di legalizzare la copia privata dei contenuti protetti da copyright, operazione che peraltro la maggioranza credeva già essere conforme alla legge.

Tale mossa fu gradita a tutti meno che alle associazioni delle case discografiche, che fecero ricorso presso l'Alta Corte, la quale diede loro ragione: il risultato è che non è più possibile, per esempio, acquistare un CD ed estrarne le tracce in formato MP3.

Tale possibilità - da CD a MP3 - è esplicitamente vietata dalle nuove norme, che vietano la conversione dei brani musicali da un supporto o formato all'altro.

Ciò a cui probabilmente né l'Alta Corte né quanti hanno presentato ricorso hanno pensato è che, in questo modo, è finito fuorilegge anche iTunes: infatti la popolare funzione di ripping dei CD non è conforme alla legge.

Peggio ancora: la pubblicizzazione di tale funzione del software, presentata durante l'installazione di iTunes, a norma di legge va considerata come istigazione alla violazione del copyright: Apple potrebbe quindi, in teoria, trovarsi davanti a richieste per danni da parte delle case discografiche che operano nel Regno Unito.

Sondaggio
Ora che la musica è soprattutto digitale, che cosa farai dei vecchi CD audio che non ascolti più?
Li butto via
Li vendo
Li regalo
Li "rippo" sul Pc
Li metto sul lunotto dell'auto per evitare gli autovelox
Ci tappezzo la stanza o ne faccio sottobicchieri

Mostra i risultati (2180 voti)
Leggi i commenti (43)

Non è ancora finita: la legge vieta «la crezione di backup senza il permesso dei titolari del diritto d'autore, dato che ciò implica necessariamente un atto di copiatura».

Questa particolare clausola non soltanto mette fuorilegge i backup di iTunes, ma i backup in toto: pressoché ogni computer contiene del materiale protetto dal diritto d'autore, che a norma di legge non è possibile copiare senza aver ottenuto preventivamente l'autorizzazione dal titolare di detto diritto. Nessuno potrebbe quindi fare una copia di sicurezza del proprio Pc.

Alla richiesta di spiegazioni avanzata dal sito TorrentFreak, un portavoce del governo britannico ha risposto che non è il caso di preoccuparsi, perché nessun titolare di copyright trascinerà mai in tribunale qualcuno soltanto perché questi ha fatto il backup del proprio computer né perché ha fatto il ripping dei propri CD, e che il governo sta riflettendo sulla faccenda prima di prendere una decisione su come procedere.

Tuttavia, in linea di principio e secondo la legge, ciò potrebbe succedere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Una taglia più alta per i pirati al cinema
Google farà la spia per conto delle major
Via libera al ripping dei DVD: adesso è legale
RealDvd rippa i film legalmente, senza scardinare il DRM
I sistemi anticopia favoriscono il crimine?
Mp3Pro, bello ma inutile?

Commenti all'articolo (3)

Ed è molto più probabile che la responsabilità civile e penale degli atti operati per eseguire il proprio mandato venga attribuita ai giudici e mai a dei politici o amministratori. In questo caso ancora una volta si è ascoltata solo una lobby - quella delle case discografiche - senza minimamente pensare alle possibili conseguenze di... Leggi tutto
21-8-2015 15:17

{omaryn}
Sarebbe ora che in GB (e nel resto del mondo) si mettessero a tacere gli amministratori incapaci. Basterebbe che ci fosse quello che dovrebbe essere del tutto ovvio e scontato in una democrazia: la responsabilità personale degli amministratori stessi (politici e burocrati), civile e penale, per gli errori commessi... Leggi tutto
19-8-2015 21:38

{Klaatu}
Cio` che ha detto il portavoce e` un po' come dire che non ci si deve preoccupare della pistola che ti hanno appena puntato addosso, perche` quello che la impugna ha promesso di non spararti... Quindi, perche` puntare una pistola?
19-8-2015 18:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento è lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
Sì, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho già uno smart watch: è il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2797 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics