Uber reinventa il servizio di autobus

Con UberHOP più utenti condividono lo stesso autista, salendo e scendendo alle fermate predefinite.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-12-2015]

uberhop

Non contenta di fare concorrenza ai taxi, Uber adesso punta agli autobus con il lancio di UberHOP.

Con il tradizionale sistema di Uber, i passeggeri scelgono il luogo in cui gli autisti li verranno a prendere e quello in cui li lasceranno. Inoltre, ogni passeggero ha il suo autista e ogni utente di Uber viaggia per conto proprio.

Con UberHOP, invece, il paradigma cambia. Innanzitutto, con questo sistema più passeggeri condividono il medesimo autista. Poi, il punto di "prelievo" è unico per tutti, così come il punto di arrivo: proprio come se si trattasse di due fermate di un normale autobus. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1707 voti)
Leggi i commenti (5)
Ciò significa, naturalmente, che i passeggeri dovranno percorrere qualche metro sia prima della partenza che dopo l'arrivo, e anche che dovranno essere puntuali, pena la perdita del passaggio.

D'altra parte, in questo modo si riduce il numero delle auto in circolazione (con benefici per il traffico) e il prezzo della corsa viene diviso tra i diversi passeggeri.

Durante la prima fase di UberHOP, il servizio sarà attivo soltanto nella città di Seattle in due orari specifici - dalle 7 del mattino alle 10, e dalle 16 alle 19 - e lungo tre percorsi predefiniti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
I taxi autonomi di Intel prendono servizio a Monaco e Tel Aviv
Vaccinarsi con Uber: 20 mila corse gratuite in Italia
Scooterino, l'Uber dei motorini
Amazon Flex, l'Uber dei pacchi
Ohlala, l'Uber del sesso
Uber Drive, il videogioco per diventare un buon autista
Le auto sperimentali a guida automatica di Uber

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

{Gapsorchestra}
Sono d'accordo qualcuno deve regolamentare le tasse anche per loro. Ma intanto benvengano tutte le app, a dimostrazione di come sia più semplice pensare ad una mondo che sia migliore: CLIMATICAMENTE, SOCIALMENTE, BUROCRATICAMENTE!
13-12-2015 21:24

@ Maary Sono pienamente daccordo con te. Il problema è che troppe volte siamo noi utenti a non saperci organizzare. Ma non solo...
13-12-2015 16:30

Per le app sono a favore, possono essere utili all'utenza, ciò che mi da fastidio sono queste multinazionali che vogliono guadagnarci su all'infinito, magari senza pagare le tasse allo stato in cui operano.
13-12-2015 14:44

Gli manca "solo" l'app, appunto ;)
12-12-2015 21:06

Ma io mi chiedo, in questo caso, dove sta l'innovazione? O la novità? Un bus che ha una fermata di carico (o più fermate) e una fermata di scarico (stabilita al di fuori di fermate di linea) si chiama ncc, ovvero i bus che fanno gite o turismo. Non ci si improvvisa a fare queste cose. E le aziende private che lo fanno ci sono ovunque.... Leggi tutto
12-12-2015 15:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il risultato corretto di 6/2(1+2) ?
1
9

Mostra i risultati (3796 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics