Rimborsi per il blackout

Dopo il disastroso blackout del 28 settembre 2003, circolano vari appelli accomunati dall'idea che si possa chiedere un rimborso per l'interruzione del servizio sulla base di una clausola del contratto di fornitura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-10-2003]

Non è una bufala: gli indirizzi Web citati nei vari appelli portano effettivamente a siti di associazioni di difesa dei consumatori, e in particolare a loro pagine dedicate al grande blackout che citano una "Carta del Servizio Elettrico" dell'ENEL. Questa "Carta", secondo le versioni citate dai vari siti, prevede effettivamente un rimborso di 50.000 lire (25,82 euro) ad ogni titolare di contratto elettrico in caso di interruzioni superiori ai 90 minuti. E non vi è dubbio che lo storico blackout sia durato ben più di 90 minuti.

Le associazioni di difesa dei consumatori citate negli appelli che circolano in Rete non sono le sole a sostenere la risarcibilità: come riferito da un comunicato del Codacons, l'Intesa dei consumatori, che riunisce Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, ha pubblicato sui siti di tutte queste associazioni (http://www.intesaconsumatori.it, http://www.adoc.org, http://www.adusbef.it, http://www.codacons.it e http://www.federconsumatori.it) un modulo per richiedere il rimborso.

Il Codacons e le altre associazioni sostengono infatti che "in base... alle delibere dell'Autorità per l'energia elettrica ed il gas n. 201/99 e 220/02, in casi come quello avvenuto domenica scorsa [28 settembre 2003] è previsto un indennizzo automatico a favore dell'utenza, direttamente accreditato in bolletta." Sempre stando alle associazioni, anche se si accertasse che l'evento è stato dovuto ad una causa di forza maggiore, l'indennizzo sarebbe dovuto ugualmente in base all'art.23 sempre della delibera 220/02.

L'invito a richiedere il rimborso, insomma, sembra avere basi legali solide. Questo, come ben sappiamo, non garantisce affatto che il rimborso ci sarà; stranamente c'è sempre qualche arzigogolo legale che fa capolino. Una cosa è certa: se non si richiede il rimborso come spiegato sui siti delle associazioni di difesa dei consumatori, non c'è alcuna speranza di ottenerlo.

Per farla breve: l'appello non è una bufala, ma questo non garantisce automaticamente il rimborso. Staremo a vedere!

Nel frattempo, l'indagine completa è a vostra disposizione qui.

A proposito di blackout, molti di voi mi hanno scritto chiedendo se esistono foto da satellite dell'Italia durante il blackout, simili a quelle spettacolari del grande blackout statunitense. Ho fatto qualche ricerca, ma per quel che ne sono non ce ne sono: le foto Meteosat della grande notte buia, fra l'altro, indicano che il cielo italiano fra il 27 e il 28 settembre 2003 era assai nuvoloso, per cui quand'anche ci fossero immagini da satellite, non si vedrebbe granché. In ogni caso, se scoprite qualcosa, fatemelo sapere!

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (2)

Paolo Attivissimo
Cadere dalle scale Leggi tutto
1-6-2005 13:50

andrea
informazione Leggi tutto
1-6-2005 12:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Worm, virus, trojan horse, spyware, rootkit, dialer, hijacker. Chi li produce?
Smanettoni che vogliono provare la loro abilitā
Pirati informatici professionisti con lo scopo di trarne profitto
Gli stessi che poi fanno gli antivirus
Gruppi con finalitā politiche di destabilizzazione

Mostra i risultati (5190 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics