Dropbox lancia il progetto Infinito

I file locali non occupano più spazio su disco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2016]

project infinite

Si chiama Project Infinite il sistema ideato da Dropbox per evitare di occupare troppo spazio sugli hard disk degli utenti.

Chi usa il client di Dropbox sa bene che la comodità di operare sui file salvati nel cloud attraverso i normali programmi di gestione del filesystem (come l'Esplora Risorse di Windows) ha un prezzo: i file devono essere fisicamente presenti anche nella cartella Dropbox del computer locale, che viene sincronizzata con quella remota.

In questo modo, anche se non si ha alcun bisogno di avere una copia locale dei file salvati nel cloud è necessario comunque occupare spazio sul disco, e nel caso di hard disk di dimensioni limitate la questione può diventare un problema.

Per aggirare l'ostacolo, Project Infinite sostituisce i file locali veri e propri con dei "segnaposto". Aprendo la cartella Dropbox locale si vedrà la medesima struttura e il medesimo contenuto di quella remota, ma in realtà i file indicati non saranno davvero lì: si tratterà in realtà di collegamenti ai file remoti. Facendo doppio clic su di essi verranno scaricati e aperti.

Il funzionamento di questo sistema risulta completamente trasparente all'utente, che comunque mantiene la possibilità di decidere di conservare anche una copia locale dei file remoti.

Sondaggio
Stai installando un'applicazione. Cosa fai quanto compare il contratto di licenza?
Lo leggo attentamente e poi faccio click su “Accetto”
Do un sguardo al testo e poi accetto
Dipende dall'applicazione. A volte leggo il contratto di licenza
Non leggo mai il contratto di licenza. È davvero indispensabile?
Leggo il contratto di licenza dopo aver installato l'applicazione

Mostra i risultati (1191 voti)
Leggi i commenti (7)

Per distinguere i file realmente presenti in locale da quelli presenti solo sotto forma di collegamento al vero file remoto, Dropbox introduce con Project Infinite due simboli che vanno a sovrapporsi all'icona di ogni file: quelli veramente salvati sull'hard disk mostreranno un segno di spunta verde, mentre quelli sostituiti dal segnaposto mostreranno una nuvola.

Sui file salvati solo nel cloud si potranno compiere alcune operazioni senza effettuare il download: si potrà per esempio conoscerne la dimensione o la data di creazione.

Project Infinite, che attualmente si trova in beta privata e sarà lanciato prossimamente per Windows e Mac OS X, è una novità per Dropbox, ma non è una funzione assolutamente inedita per il cloud computing.

OneDrive, quando ancora si chiamava SkyDrive, offriva lo stesso sistema, permettendo di tenere sul disco locale soltanto i collegamenti ai file veri e propri che invece si trovavano nel cloud. Poi Microsoft ha deciso di rimuovere questa opzione, sostenendo che generava troppa confusione negli utenti, i quali faticavano a distinguere quali fossero i file realmente presenti in locale e quali quelli remoti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
15 trucchi per Dropbox
Microsoft integra Office in Dropbox
Dropbox, violati 7 milioni di account
Microsoft, da SkyDrive a OneDrive
Dropbox, come avere spazio gratis in più

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

{mattr}
aiia...! cioè tutto molto bello e tecnologico...ma la sicurezza dei nostri dati chi ce la garantisce?
15-5-2016 04:22

Sono assolutamente d'accordo e l'ho sempre pensata così. Inoltre se si lavora con file di grosse dimensioni ci voglio connessioni in fibra per evitare ogni volta di attendere i tempi di scaricamento prima di iniziare a lavorare su un file... Leggi tutto
14-5-2016 15:36

{aldolo}
dopo la scusa "il compito me l'ha mangiato il cane" ecco che arriva "il compito me l'ha mangiato dropbox"
11-5-2016 05:58

È interessante notare quanti sforzi si facciano per non lasciare all'utente nulla di concreto. Ma soprattutto mi viene da pensare che i giorni di virus, malware e simili stanno per finire. I criminali non attaccheranno più i compuer locali, e nemmeno i data center. Colpiranno con grande facilità le infrastrutture di rete: perché... Leggi tutto
10-5-2016 23:25

Sempre di più i nostri dati in mano a terzi che da un momento all'altro possono decidere di tenerseli. Preferisco utilizzare servizi come Dropbox per la condivisione tra dispositivi e utenti o come copia di salvataggio ma penso che i propri file importanti vadano mantenuti in locale o su dispositivi sotto il proprio controllo.
10-5-2016 18:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone più remote.
Il Governo riuscirà a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di più per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverà il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3289 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics