Io e i miei parassiti contro la malaria

Nuove tecniche e sperimentazioni per un vaccino efficace.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2016]

malaria zanzara parassiti

Nel solo 2015, 214 milioni di persone hanno contratto la malaria e oltre 400.000 sono morte a causa della malattia.

Dopo decenni di tentativi, le speranze di debellare questa piaga ora risiedono in un nuovo vaccino sperimentale, chiamato PfSPZ: nella prima fase della sperimentazione ha già permesso di ottenere risultati incoraggianti, evitando che il 55% del campione, composto da persone morse da zanzare portatrici del protozoo della malaria, sviluppasse la malattia.

Si tratta della percentuale più alta mai raggiunta con qualunque vaccino, e per alcuni dei candidati alla sperimentazione la protezione fornita da questa soluzione è rimasta attiva per un anno.

Una delle difficoltà che rendono tanto complicata la creazione del vaccino sta nel fatto che sono ben cinque le specie di protozoi in grado di trasmettere la malaria. Appartengono tutte al genere Plasmodium, ma presentano ciascuna caratteristiche diverse e le proteine che li compongono sono molto variabili.

I vaccini adoperati tradizionalmente sono realizzati adottando un approccio ibrido: sono composti non soltanto da parti del parassita (generalmente il Plasmodium falciparum, ritenuto responsabile della metà dei casi mondiali di malaria) ma anche da altri elementi, come il virus dell'epatite B, che aiutino a scatenare una risposta da parte del sistema immunitario.

Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (1071 voti)
Leggi i commenti

Il vaccino PfSPZ segue invece un approccio più "datato": i ricercatori hanno infatti scelto di adoperare interamente il parassita Plasmodium falciparum, iniettandolo vivo ma dopo averlo indebolito con le radiazioni. In questo modo si ha a disposizione un protozoo metabolicamente attivo, che il sistema immunitario può riconoscere e attaccare, ma incapace di riprodursi.

«Ormai è chiaro che somministrare per via endovenosa il vaccino PfSPZ conferisce una protezione a lungo termine, risultato che non si riesce a ottenere con gli altri vaccini attualmente utilizzati» spiega il dottor Robert Seder, capo dei ricercatori.

L'obiettivo è riuscire a migliorare ulteriormente il vaccino, così da fornire una protezione ancora maggiore, e diffonderne l'uso insieme alle soluzioni già adottate per la prevenzione, come le zanzariere da applicare ai letti.

«La malaria è tuttora una delle malattie più devastanti al mondo, soprattutto tra i bambini piccoli dell'Africa» ricorda Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{Ferruccio}
Se le zanzare "mordono" allora ... i cani pungono!
20-5-2016 08:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (1208 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics