UE, Francia e Germania vogliono la backdoor di Stato

Con la scusa del terrorismo vogliono eliminare la crittografia da Telegram e WhatsApp.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-08-2016]

ue francia germania crittografia terrorismo

Proprio nei giorni in cui l'americana NSA si lascia sfuggire le proprie armi informatiche, da questa parte dell'Oceano Atlantico c'è chi chiede di inserire in tutti i programmi di messaggistica crittografata una backdoor a disposizione delle forze dell'ordine.

Costoro sono i ministri dell'Interno di Francia e Germania, Bernard Cazeneuve e Thomas de Maizière, che hanno intenzione di proporre all'Unione Europea una legge che imponga la backdoor di Stato.

Nel mirino ci sono app come WhatsApp e Telegram, che «costituiscono una sfida durante le indagini»: la preoccupazione dei due ministri è che la crittografia impedisca agli investigatori di accedere ai messaggi scambiati tra terroristi.

Pertanto, tutte le app che offrono crittografia end-to-end dovrebbero essere obbligate a «rimuovere i contenuti illeciti» e a «decriptare i messaggi» nel caso di indagini per terrorismo.

Subito s'è alzata in risposta la voce degli esperti di sicurezza e dei difensori della privacy, i quali temono che un tale intervento sui software di comunicazione vanifichi completamente la sicurezza e la riservatezza degli utenti.

L'Unione Europea invece ha dimostrato di voler prestare orecchio alla proposta franco-tedesca: «La sicurezza è di competenza dei singoli Stati, ma la creazione di una robusta struttura giuridica a livello europeo potrebbe aiutare gli Stati membri a compiere i loro doveri di protezione nei confronti dei cittadini» ha dichiarato la portavoce della Commissione Europea Natasha Bertaud all'agenzia Reuters.

Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (863 voti)
Leggi i commenti (13)

Contro la proposta s'è espresso anche Sherif Elsayed-Ali, responsabile delle questioni tecnologiche e di quelle legate ai diritti umani per Amnesty International, sottolineando l'inutilità di una legge di quel tipo: «Non riusciranno mai a impedire universalmente l'uso della crittografia end-to-end. Magari riusciranno a impedire di usarla a qualche grande azienda, ma le persone che vorranno adoperarla continueranno a essere in grado di farlo».

Anche dagli Stati Uniti si sono levate voci in senso contrario e la prima è quella della CCIA, associazione che tra gli altri rappresenta anche Facebook e Google: «Indebolire la sicurezza non farà altro che rendere i sistemi più vulnerabili a tutti i tipi di attacco, condotti da terroristi o hacker. La nostra epoca dovrebbe spingerci ad aumentare la sicurezza, non a ridurla».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Allarme WhatsApp, messaggi intercettabili? Un momento
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
WhatsApp non cancella davvero le conversazioni
Meglio Telegram, Signal o WhatsApp?
WhatsApp attiva la crittografia ovunque
Whatsapp cifrato, ma dobbiamo fidarci sulla parola

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Hai ragione, nella risposta ho fatto di tutta l'erba un fascio invece, giustamente, bisogna distinguere fra le backdoor di stato che interessano gli stati e creano danni a tutti, e le backdoor delle multinazionali - in primis M$[/url] e [url=http://www.zeusnews.it/n.php?c=24521]fessbuk ma sicuramente seguite a ruota da tutti i giganti... Leggi tutto
29-8-2016 18:43

In realtÓ, le backdoor di stato le vogliono solo gli Stati. Alle multinazionali fregherebbe poco, se non fossero chiamate alla loro responsabilitÓ in caso di leak o di cyberattacchi riusciti, con furto di dati. Ora, le backdoor di stato rendono molto pi¨ facile trafugare dati, e le multinazionali non vogliono certo rischiare in proprio... Leggi tutto
29-8-2016 09:12

Premesso che sono assolutamente contrario a qualsiasi backdoor di stato questa uscita mi lascia proprio basito: Ŕ forse dovuta al fatto che le backdoor di stato le voglio solo il governo USa e certe multinazionali USA ma non devono assolutamente averle altri? Leggi tutto
28-8-2016 14:24

{tripanosoma}
Liberté égalité fraternité, poveracci come si sono ridotti, fanno quasi pena. Quanto ai tedeschi, beh, per loro è normale l'irregimentazione, la rigidità (persino nei sedili delle auto...) e la poca libertà. Il problema è che poi anche l'italietta ne sarà affetta.... Leggi tutto
26-8-2016 17:19

Per favore, amici italiani, francesi, tedeschi, americani e di ogni altro paese, smettetela di votare per fieri incompetenti come questi due "paladini" della guerra al terrorismo. Per governare un paese (ma anche un condominio), nel XXI secolo Ŕ NECESSARIA una profonda, solida, vasta e "critica" CULTURA TECNICA e... Leggi tutto
26-8-2016 09:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo Ŕ l'etÓ in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, Ŕ meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2233 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics