Microsoft ti paga se usi Edge

Chi sceglie il browser di Windows 10 può accumulare punti da spendere presso Amazon, Hulu e Starbucks.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-09-2016]

Microsoft Rewards featured image

Microsoft ha sempre avuto la tentazione di conquistare gli utenti offrendo loro denaro sonante.

Ha cominciato nel 2008 con il programma LiveSerach CashBack, che ricompensava quanti usavano il suo motore di ricerca, noto al tempo come Windows Live Search: cercando con esso prodotti da acquistare, si poteva ottenere un rimborso variabile tra il 2% e il 30% del prezzo del prodotto stesso.

Poi, nel 2010 è arrivato Bing Rewards: usando il rinnovato motore di ricerca Bing si potevano accumulare punti da utilizzare presso Amazon e Starbucks in forma di gift card o per sottoscrivere un abbonamento a Hulu.

Ora Bing Rewards cambia pelle e diventa Microsoft Rewards.

Il motivo di questa trasformazione è che Bing è ormai abbastanza conosciuto, mentre Microsoft al momento ha bisogno di spingere Edge, il browser introdotto con Windows 10 quale successore di Internet Explorere e che attualmente detiene il 4,2% del mercato.

Sondaggio
Autorizzi il browser a ottenere la cronologia dei siti Internet che hai visitato?
Ho disabilitato questa opzione
Sì, ma cancello la cronologia regolarmente
Sì, è comodo, così non devo digitare l'intero indirizzo
Non so

Mostra i risultati (2157 voti)
Leggi i commenti (17)

Di conseguenza, per accumulare i punti ora è necessario adoperare Edge per navigare in Internet. Microsoft si assicurerà di verificare che il browser venga effettivamente utilizzato e non sia semplicemente lasciato aperto in background, ma afferma che non controllerà quali siano i siti visitati dall'utente.

Per poter accumulare i punti, però, è necessario soddisfare un'ulteriore condizione: il motore di ricerca predefinito deve essere Bing. Se si è deciso di impostarne uno alternativo - che sia Google, Yahoo o qualsiasi altro - non si riuscirà a ottenere alcun punto.

bing rewards prizes
Alcuni dei premi di Bing Rewards

Il programma Microsoft Rewards trova una sua traduzione italiana in Microsoft Premi, ma ciò nonostante nel nostro Paese non è attivo.

Pare che sia possibile tentare di partecipare ugualmente usando una VPN, ma è proibito dal regolamento: Microsoft vigila ed esclude gli account di quanti cercano di aggirare le limitazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 11, cambiare il browser predefinito diventa più complicato
Microsoft Edge batte Chrome e Firefox nei benchmark
Microsoft mette il browser in una macchina virtuale
Adesso Cortana usa solo Edge e Bing
Chad2Win, l'app che ti paga per chattare
Facebook ti paga per guardare la pubblicità
Microsoft ti paga per usare il suo motore di ricerca
Bill Gates ti paga se spammi

Commenti all'articolo (4)

Personalmente non lo ritengo un problema, ci vorrebbe ben altro che un'elemosina di premi per farmi usare Bing, Edge e soprattutto W10! :umpf: Leggi tutto
25-9-2016 14:18

Beh, dopo i licenziamenti fa questo annuncio...magari un po' di nuovi disoccupati si arrangeranno così.... :shock: Leggi tutto
14-9-2016 17:08

{sHote}
" ma afferma che non controllerà quali siano i siti visitati dall'utente " Mi chiedo quanti boccaloni riuscirà a rastrellare il nutella, che ormai fa rimpiangere il ballmer, uno dei vari psicopatici che si sono avvicendati nelle poltrone di M$.
13-9-2016 22:23

Cosa non farebbe M$ per far utilizzare i propri :shit: prodotti. Non c'è più l'email che fa regalare soldi da Bill a chi la inoltra ?
13-9-2016 16:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prossimo acquisto di prodotto intelligente per la casa che farai?
Lampadina smart
Frigorifero smart
Presa elettrica smart
Rilevatore di fumo smart
Stazione metereologica smart
Videocamera di sorveglianza smart
Termostato smart
Forno smart
Sensore di movimento smart
Impianto sonoro smart
Allarme casa smart
Smart Tv
Spioncino/citofono smart
Sensore porta/finestra smart
Contatore smart di energia elettrica

Mostra i risultati (941 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 gennaio


web metrics