Nintendo, 20.000 dollari di taglia a chi scopre falle nel 3DS

L'azienda ricompensa chi individua le falle nella popolare console portatile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-12-2016]

nintendo taglia 3ds

Fino a 20.000 dollari: tanto ha deciso di pagare Nintendo quanti riusciranno a scovare delle falle nella console portatile Nintendo 3DS.

L'annuncio è stato fatto tramite HackerOne, la piattaforma creata dal personale dedito alla sicurezza di Facebook, Microsoft e Google proprio per gestire con semplicità le varie "taglie" che le aziende mettono sui bug nei loro prodotti.

Per potersi aggiudicare una ricompensa, è necessario segnalare una falla che sia innanzitutto nuova (ossia Nintendo non ne deve già essere a conoscenza); l'ammontare della ricompensa, poi, dipende da vari fattori come l'importanza della falla.

Tra le vulnerabilità cui l'azienda giapponese è particolarmente interessata ci sono quelle legate alla «diffusione di contenuti inadatti ai bambini», alla «modifica dei dati dei salvataggi» e alla pirateria.

Sondaggio
Ricevi un'email con un allegato Word dal nome “Addebiti”. Cosa fai?
Scarico il file e lo apro. Dev'essere qualcosa di importante
Prima di aprirlo, scansiono il file alla ricerca di eventuali virus
Inoltro l'email alla mia banca o alla mia azienda
Cancello il messaggio

Mostra i risultati (3520 voti)
Leggi i commenti (20)

Oltre a segnalare il problema scoperto, è necessario fornire una dimostrazione su come sfruttare la falla, e possibilmente anche del codice funzionante (che può essere spedito sino a tre settimane dopo la segnalazione iniziale dalla vulnerabilità).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2596 voti)
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 ottobre


web metrics