Bug in Ubuntu regala l'accesso ai file di tutti gli utenti

Con l'account Guest si può fare quello che si vuole.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2017]

ubuntu bug lightdm

Se siete utenti di Ubuntu, è bene che vi affrettiati a installare gli ultimi aggiornamenti disponibili.

Fra di essi vi è infatti la patch per una vulnerabilità che interessa le versioni 16.10 e 17.04 e si trova nel display manager LightDM.

Come spiega OMGUbuntu, il bug causa un'errata impostazione dei permessi dell'utente Guest, abilitato di default in Ubuntu.

Chiunque abbia accesso fisico al computer può quindi sfruttare la falla per ottenere accesso ai file di tutti gli utenti presenti nel sistema, entrando anche nella varie directory home. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quale metodo utilizzi nell'apprendere un linguaggio di programmazione?
Corsi tradizionali in aula.
Internet e corsi online.
Libri e manuali.
Altro.
Non programmo.

Mostra i risultati (2360 voti)
Leggi i commenti (15)
Oltre a rilasciare una connessione, Canonical ha deciso di disattivare la sessione Guest per impostazione predefinita, anche se si riserva la possibilità di riabilitarla in futuro.

La vulnerabilità è presente anche nelle distribuzioni derivate da Ubuntu: i loro utenti sono quindi ugualmente invitati ad aggiornare al più presto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ubuntu, Fedora e OpenSUSE ora girano dentro Windows
Ubuntu 17.04 Zesty Zapus
Fedora e Ubuntu, basta un file audio per violarli
Ubuntu 16.04 non annoia pur essendo una LTS

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

OT l'utente guest ha un suo senso (se correttamente isolato per davvero) mi vengono in mente i pc che possono essere usati in comune come nelle biblioteche ecc. magari non è utile che sia creato ed abilitato di default in alcuni sistemi questo si Leggi tutto
23-5-2017 23:47

Quale?! Quella di tediarci e assillarci? Davvero!?! È una promessa?! :viva: :yuppi: :prayer: :alcolizzato: Leggi tutto
21-5-2017 01:29

Sì è vero...non è di parola...tempo fa aveva scritto che si sarebbe dato al ciclismo. Ora dovremo subirci l'ennesimo monologo sui sistemi operativi buoni e quelli cattivi (sempre secondo lui)... ](*,) :basta: Leggi tutto
20-5-2017 09:06

{Paolo Del Bene}
I sto usando nome e cognome e prossimamente inizierà tutta la raccolta della documentazione per scrivere in merito ai sistemi operativi.Si è veto che in Internet si usano i nicknames, ma nessuno ha mai usato un nickname per scrivere in merito ai sistemi operativi. Chi vorrà scrivere in merito ai sistemi operativi e... Leggi tutto
20-5-2017 03:00

Eh... ma ha detto solo che non risponderà ai commenti altrui, purtroppo non ha detto che non scriverà più... :cry: Leggi tutto
19-5-2017 23:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicò sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (4962 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics