Fonte di documenti segreti NSA incastrata (anche) dalla cronologia di Google



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2017]

reality

Reality Winner, la dipendente di un'azienda collegata all'NSA che è accusata di aver passato alla stampa documenti segreti, è stata incastrata da vari errori operativi oltre a quello della stampa dei documenti su una stampante che li contrassegnava con un codice identificativo segreto (raccontata qui). L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
In vacanza, a parte il cellulare per telefonare, qual è la tecnologia a cui non rinunceresti?
La fotocamera, per scattare indimenticabili foto ricordo
Il lettore Mp3, per ascoltare la mia musica preferita
La videocamera, per fare filmati che poi condividerò online
Lo smartphone, per leggere l'email e restare connesso
Il tablet, per esibirlo in spiaggia
Il notebook (o netbook), ovviamente con chiavetta e piano dati, per essere online comodamente
Il lettore di ebook, per leggere i miei libri preferiti
Il navigatore satellitare, per arrivare a destinazione facilmente

Mostra i risultati (3095 voti)
Leggi i commenti (7)
Uno di questi, particolarmente grave, emerge dagli atti del processo già in corso contro la Winner: il 9 novembre 2016 la donna usò il computer del suo posto di lavoro (presso l'aviazione militare statunitense) per cercare in Google la risposta a una domanda particolarmente ingenua: "Do top secret computers know when a thumb drive is inserted?". Una bella dimostrazione del fatto che la cronologia delle ricerche in Google può essere molto rivelatrice.

Se volete vedere la vostra, collegatevi al vostro account Google e poi visitate https://myactivity.google.com/myactivity. Buon divertimento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Il giallo dei puntini gialli: se la stampante fa la spia

Commenti all'articolo (5)

Come mossa, per un'aspirante spia, mi sembra decisamente poco furba e scarsamente intelligente, non mi stupisce che l'abbiano beccata cosi facilmente anche se con il deciso contributo dei suoi complici giornalisti. :roll:
25-6-2017 19:05

Ho aperto un account su Google (ovviamente con dati inventati) solo per poter usare il telefonino Android, ed ho disattivato il disattivabile (cronologia, posizioni, ecc.). Oltre a questo non utilizzo Chrome per navigare, e le ricerche le effettuo solo utilizzando la navigazione anonima. Sul pc, oltre a non aver mai inserito i dati... Leggi tutto
15-6-2017 07:31

Era un ingenua. Oppure lo ha fatto apposta?
14-6-2017 22:36

{utente anonimo}
Quale account Google? Io non ho alcun account ggogle o facebook o twitter ecc. Me ne guardo bene.
14-6-2017 17:13

{Danilo_BB}
A me dice "Nessuna attività". Dunque ?
14-6-2017 06:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2661 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics