Lo scam del falso Windows Movie Maker

Un fake del popolare software di editing video costringe gli utenti a pagare per una fantomatica versione completa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-11-2017]

Windows movie maker scam

Se siete stati dei fan di Windows Movie Maker, il semplice strumento di editing video che ha accompagnato il sistema di Microsoft sin dal 2000, ci sarete rimasti male nel vederlo sparire nello scorso gennaio.

L'idea del gigante di Redmond era di sostituirlo con la nuova app Story Remix, ma molti utenti sono rimasti affezionati al vecchio software o non hanno notato la novità, e perciò hanno iniziato a cercare Windows Movie Maker in Google.

Non si tratta di pochi nostalgici: il motore ha registrato oltre 10 milioni di ricerche con quei termini, e ciò ha fatto sì che tra i primi risultati apparisse il sito windows-movie-maker.org.

Se abbiamo preferito non mettere il link diretto a quel sito, un motivo c'è: si tratta infatti di un sito di scam.

Permette infatti certamente di scaricare un programma molto simile Windows Movie Maker, ma tale software è infarcito di richieste che invitano l'utente a passare a una fantomatica «versione completa», per ottenere la quale è necessario pagare 30 dollari (circa 25 euro).

Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1843 voti)
Leggi i commenti (3)

La richiesta viene ripetuta molte volte e, finché non viene soddisfatta, impedisce di salvare i file dei filmati realizzati col programma.

Secondo Eset, che per prima ha individuato lo scam, si tratta della terza peggior minaccia al mondo attualmente presente in rete.

Il pericolo consiste soltanto nella perdita dei 30 dollari richiesti, ma allo stato attuale il falso Movie Maker non installa alcun malware sui Pc degli utenti.

Microsoft e Google sono già state informate di quanto sta succedendo. La prima raccomanda gli utenti di fare sempre attenzione quando scaricano del software, soprattutto se esso proviene da siti sconosciuti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come ti comporti quando ricevi una "bufala" via email?
A costo di cancellare anche avvisi potenzialmente veri, straccio tutto appena arriva.
Li leggo e inoltro solo quelli che ritengo potenzialmente veri, ma all'atto pratico non me ne curo.
Inoltro quelli veri e ne seguo le indicazioni.
Ma quali bufale? Ho appena vinto 1.000.000 di euro rispondendo a una email.
Io stesso ho messo in circolazione qualche bufala.

Mostra i risultati (3112 voti)
Novembre 2019
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Tutti gli Arretrati


web metrics