Bios, dal 2020 gli diremo addio

Il supporto al vecchio standard ha i mesi contati: resterà solo Uefi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-11-2017]

bios uefi

Chi si occupa di computer sa che da qualche anno il venerabile Bios è stato sostituito da Uefi, sviluppato inizialmente da Intel come Efi e poi dal Consorzio Uefi.

Lo Uefi è uno strumento più flessibile e dispone anche di un'interfaccia grafica, opzione sempre gradita agli utenti che si trovano davanti un ambiente più familiare rispetto alla vecchia interfaccia a caratteri del Bios.

Non tutto l'hardware esistente è però compatibile con le specifiche Uefi, e così molti computer moderni dispongono di un Legacy Bios Mode, una speciale modalità che simula il comportamento del vecchio Bios.

Tutto ciò, però, finirà nel prossimo futuro. Intel ha annunciato l'intenzione di eliminare il supporto alla retrocompatibilità con il Bios entro il 2020: a partire da quell'anno Intel supporterà soltanto lo Uefi Class 3.

Ciò non significa però che sarà anche obbligatorio il supporto al Secure Boot, funzione disponibile soltanto nell'Uefi e che spesso viene accusata di prevenire l'installazione di sistemi operativi come Linux.

Sondaggio
Qual Ŕ il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (2053 voti)
Leggi i commenti (10)

Il Secure Boot è infatti obbligatorio soltanto per lo standard Uefi Class 3+, la cui adozione in via esclusiva non è ancora stata messa a calendario (ma ciò non significa che prima o poi non lo sia).

Per spiegare i motivi della transizione il Consorzio Uefi ha pubblicato una presentazione (in inglese), che si può scaricare in Pdf dal sito ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft si fa sfuggire le chiavi del Secure Boot
Windows 8, Microsoft vuole il diritto di bloccare i PC

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Un altro passo verso l'obiettivo - di M$ e Intel in primis - di togliere totalmente il contro di macchine e SO ai poveri cristi che le comprano e che le vorrebbero usare secondo il proprio comodo e non secondo regole definite e controllate da qualcun altro... :roll:
25-11-2017 15:14

Aaahhhrghh.... Il buon vecchio DOS 6.0 oppure il 6.2. !!!! Quanti ricordi: i files IO.SYS, CONFIG.SYS, AUTOEXEC.BAT .... COMMAND.COM Archeologia informatica, ma quando ancora l'uomo era padrone della macchina e la dominava. Ora non ne puˇ disporre a suo piacimento, solo servizi da accettare o meno e prospettive future sempre pi˙... Leggi tutto
24-11-2017 21:11

:twisted: Comunque continuate a non preoccuparvi, fa sempre tutto da solo, al massimo a forza di riavvii, schermate blu e downgrade degli aggiornamenti vi trovate Windows 98...
23-11-2017 15:43

Hai ragione, scusa... :oops: :cry: Leggi tutto
23-11-2017 15:30

Faccio notare che siete OT. Leggi tutto
23-11-2017 15:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra queste informazioni ti piacerebbe che fossero rese pubbliche?
I provvedimenti sanitari relativi a bar, ristoranti e altri locali pubblici.
Il casellario giudiziale con le fedine penali dei cittadini.
Le valutazioni sulle performance degli insegnanti scolastici e dei professori universitari.
Le transazioni immobiliari effettuate da ciascun cittadino.
I mutui accesi da ciascun cittadino.
Le dichiarazioni dei redditi di ciascun cittadino.

Mostra i risultati (1481 voti)
Luglio 2018
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero
L'attacco che inganna il GPS con mappe false e manda fuori strada
Adesso che si fa? Strategie mitiganti
Bollette di 30 giorni, ma a vincere sono sempre i gestori telefonici
L'industria petrolifera semina disinformazione sulle auto elettriche
The Firefox Monitor ti svela se i tuoi dati sono stati hackerati
Giugno 2018
Facebook, un brevetto per attivare i microfoni degli smartphone a tradimento
Usare la batteria dello smartphone per rubare i dati
Bug in Windows 7, Microsoft si arrende e toglie il supporto alle vecchie CPU
PeerTube: come YouTube, ma senza censura e basato su BitTorrent
Come si fa a leggere i messaggi cifrati di WhatsApp e Telegram? Non è difficile
Come sarebbe Windows 7 se fosse nato nel 2018?
Il malware che infetta Windows 10 e scatta foto del desktop
Come si riconosce un video Deepfake? A occhio
Lucchetto ''smart'' annuncia a tutti la propria password
Tutti gli Arretrati


web metrics