Facebook lotta contro le fake news, ma arrivano gli influencer virtuali



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2018]

facebook false news vs real news

Grandi manovre in corso nella lotta contro le fake news: Facebook, uno dei maggiori luoghi virtuali di condivisione delle notizie, ha annunciato pochi giorni fa, al convegno Fighting Abuse @Scale tenutosi a San Francisco, di aver deciso di ridurre la visibilità delle notizie false, mostrandone soltanto un'immagine piccolissima e una breve descrizione testuale, mentre le storie autentiche manterranno le loro dimensioni normali. Le notizie false verranno inoltre accompagnate da articoli correlati di smentita chiaramente etichettati.

fb fake news1 1

I controlli di autenticità verranno effettuati dai fact-checker, i verificatori, selezionati da Facebook. Per evitare che questi fact-checker siano sommersi di lavoro, il social network userà sistemi automatici che analizzeranno sia i testi sia le immagini per individuare nelle notizie i sintomi più ricorrenti di falsità. Combinerà inoltre le segnalazioni di questi sistemi con quelle degli utenti, in modo da lasciare ai verificatori umani soltanto i casi più difficili e rendere più efficiente il loro operato.

La lotta annunciata da Facebook va anche più a monte nel processo di generazione delle fake news: i profili creati usando identità false verranno rimossi. Il social network cercherà e chiuderà i gruppi di pagine che contengono materiale identico o molto simile e toglierà ai creatori di notizie false la possibilità di ospitare la pubblicità a pagamento, che è il motivo per il quale esistono molti profili specializzati nella produzione di fake news. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
In che anno hai comprato il tuo primo tablet?
2010
2011
2012
2013
2014
Non ho mai comprato un tablet.
Lo comprerò quest'anno.

Mostra i risultati (2275 voti)
Leggi i commenti
Le misure presentate sembrano molto pratiche e sensate ed evitano il rischio principale di questo genere di interventi, ossia sfociare nella censura, ma il mondo delle fake news è spesso irrazionale e imprevedibile. Quando Facebook ha tentato di etichettare esplicitamente le notizie false facendo comparire un'icona rossa di allerta, gli utenti che volevano a tutti i costi credere che quelle notizie fossero vere hanno addirittura aumentato la loro condivisione, creando un autogol notevole per le buone intenzioni del social network.

Le fake news, intanto, si spostano su altri fronti: su Instagram stanno nascendo i cosiddetti "influencer virtuali". Gli influencer normali sono persone in carne e ossa che per varie ragioni hanno acquisito un certo seguito e quindi possono influenzare l'opinione pubblica; quelli virtuali sono dei personaggi generati tramite la grafica digitale fotorealistica, come Shudu Gram, la "prima supermodel digitale" (BBC).

screenshot.37

I loro selfie, pubblicati su Instagram, sono indistinguibili da quelli delle persone reali per chi non ha l'occhio allenato, tanto che una influencer virtuale come Miquela Sousa, in arte Lil Miquela, che si presenta come una modella brasiliana diciannovenne, ha oltre un milione di seguaci e raccatta centomila "like" con una singola foto generata in realtà al computer.

screenshot.38

Miquela non esiste, se non come bit dentro un programma gestito dall'azienda che la controlla, ma la sua popolarità ha già attirato l'interesse di almeno una grande casa di moda internazionale, che le ha affidato il suo account Instagram per la presentazione della moda di autunno 2018.

Miquela costa poco, non è mai stanca, non ha abitudini riprovevoli o compagnie discutibili, non invecchia, non fa dichiarazioni imbarazzanti e fa sempre esattamente quello che vogliono i suoi padroni, a differenza degli influencer in carne e ossa, ultimamente sommersi molto spesso dagli scandali personali. Oggi Miquela e Shudu Gram offrono consigli per gli acquisti; domani potrebbero annunciare, senza scrupoli di coscienza, anche le fake news. Annunciatrici false per notizie false. Prepariamoci.

Fonti aggiuntive: Wired.com, The Cut.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

@Cesco67 Certo! E' ovvio che FB cerca di pubblicare ciò che gli porta soldi e gli permette di mantenere potere e controllo, la mia, sul complottismo, era solo una battuta, mi sono dimenticato l'emoticon: :wink:
27-5-2018 11:59

@Gladiator IMHO, banalmente, dato che FB è comunque un'azienda che deve fare profitti, scelgono di bannare ciò che gli conviene maggiormente sotto il profilo economico; e non credo sia da complottisti pensarlo. E scommetto che se in futuro firmeranno un buon contratto per la pubblicità di una casa farmaceutica, le scelte dei ban... Leggi tutto
27-5-2018 11:51

@eratostene Premetto che non sono iscritto a FB per scelta e avversione di lunga data ai SN e simili e che, quindi, non lo conosco e ne conosco assai poco le dinamiche sia di iterazione che funzionali. Però da quanto esposto nel tuo post si evince che il metodo di rimozione bufale è esclusivamente incentrato sulle segnalazioni degli... Leggi tutto
27-5-2018 11:31

faccio un esempio: abbiamo una pagina che si occupa di comunicaizone scientifica e cioè "La Scienza risponde". Pubblicammo un post su quello che LA COMUNITA' SCIENTIFICA pensa a proposito dei vaccini. Il post ha scatenato le reazioni dei novax. FB ci ha tolto il post, senza spiegazioni ufficiali, ma l'ipotesi è che sia stato... Leggi tutto
27-5-2018 09:14

Allora sarebbe opportuno che fessbuk modificasse il metodo per determinare se una notizia è una bufala o meno, così mi sembra un metodo a dir poco scarsamente efficace per non dire facilmente abbindolabile e, in definitiva, controproducente... :umpf:
8-5-2018 19:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, quale oggetto è peggio smarrire?
Il portafoglio
Lo smartphone

Mostra i risultati (2291 voti)
Giugno 2019
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Microsoft implora gli utenti: installate la patch prima di un altro WannaCry
Il malware che sfugge a ogni individuazione
Maggio 2019
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association
Windows 10, ecco l'aggiornamento di maggio
Tutti gli Arretrati


web metrics