Microsoft riporta in vita i PowerToys in versione open source



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-05-2019]

powertoys windows10

Chi ricorda Windows 95 probabilmente ricorderà anche i PowerToys, alcuni più o meno preziosi programmi di utilità che permettevano di intervenire su alcuni aspetti del sistema operativo non accessibili tramite i canali usuali.

I PowerToys hanno avuto il loro momento di gloria con i sistemi della serie 9x; in seguito sono stati rilasciati anche per Windows XP, ma alla fine sono stati abbandonati.

Ora Microsoft annuncia di averli riportati in vita (almeno come nome) e di averli resi open source, mettendoli a disposizione tramite GitHub.

Ovviamente non si tratta delle stesse applicazioni create oltre vent'anni fa, ma utility per Windows 10 atte a soddisfare alcune particolari esigenze degli utenti.

Sono 10, al momento, i PowerToys realizzati da Microsoft (ma sono caldeggiati suggerimenti per espanderne l'elenco) e vanno dal gestore delle scorciatoie da tastiera al pulsante per cambiare rapidamente la risoluzione, da una versione alternativa dello scambiafinestre (quello che si attiva con la combinazione di tasti Alt+Tab) alla possibilità di rinominare più file allo stesso tempo.

Sondaggio
Negli ultimi due anni, quante volte hai formattato l'hard disk del PC?
Nessuna
Una
Un paio
Quattro o cinque
Una decina
Di più

Mostra i risultati (4093 voti)
Leggi i commenti (34)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft rilascia le utility PowerToys per Windows 10

Commenti all'articolo (1)

Ricordo di averli usati a suo tempo su W95 e W98 ma poi non ne ho mai sentito la mancanza, oggi ne posso anche fare tranquillamente a meno come faccio a meno di W10.
18-5-2019 17:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque può vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (988 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics