Stalker online scova la vittima dal riflesso nell'occhio in una foto

Grazie a un selfie di troppo ha scoperto dove abitava.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-10-2019]

riflesso occhio stalker

Lo scorso settembre un giapponese è stato arrestato per stalking e aggressione: dopo aver seguita online per diverso tempo la sua pop star preferita, Ena Matsuoka, ha scoperto la sua abitazione, s'è introdotto in casa sua e l'ha molestata.

Se tutta la vicenda fosse qui si tratterebbe di una storia, per quanto orribile, abbastanza normale. Il lato interessante si palesa invece quando si scopre come abbia fatto il molestatore a scovare l'indirizzo di casa della cantante.

Lo stalker ha passato lungo tempo ad analizzare i video pubblicati dalla sua vittima, individuando i dettagli necessari e riconoscere le peculiarità della casa: per esempio, le tendine visibili dalla strada e il modo in cui la luce entrava dalla finestra.

Per cogliere al varco il suo idolo, però, ha dovuto utilizzare tecniche che potrebbero appartenere di diritto a una puntata di CSI o di qualche altra serie televisiva poliziesca.

Stando a quanto riportato dai giornali giapponese, l'uomo ha trovato l'indizio chiave in un selfie, una fotografia di sé stessa pubblicata dalla donna sui social media.

Nel riflesso presente nell'occhio è riuscito a riconoscere una stazione ferroviaria, che ha poi identificato con Street View. A quel punto s'è recato lì e, conoscendo bene gli orari della sua preda, l'ha attesa al varco per poi seguirla a casa, dove s'è consumata l'aggressione.

Quanto avvenuto in Giappone sarà anche un caso limite ma pone a chiunque un problema da non sottovalutare: l'esistenza di fotocamere sempre più sofisticate e l'abitudine a pubblicare ogni momento della propria vita sui social network sta portando molta gente a diffondere senza volerlo dettagli privati delle proprie vite, informazioni che - se finiscono nella mani sbagliate - possono essere fonte di pericolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Riconoscimento facciale durante i concerti di Taylor Swift
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Sei uno stalker digitale?
Zuckerberg perseguitato da uno stalker
L'amico di Facebook si trasforma in molestatore

Commenti all'articolo (5)

@Maary79 PENSARE???!!!???!!!??? :shock: Cosa vuol dire pensare???? :wink:
9-11-2019 15:59

Chissà se questo farà pensare a chi cerca notorietà facile nei social... :roll:
6-11-2019 15:17

Più che senza volerlo direi senza proprio capirlo o prenderlo in considerazione, a prescindere da questa storia... :roll: Leggi tutto
25-10-2019 17:54

Se nel mondo tutte le vittime dei vari criminali ( comuni, economici, politici, ecc ecc ) avessero tutti questa costanza e determinazione nel cercare e farla pagare ai loro aguzzini, questo sarebbe un mondo molto migliore. =)
15-10-2019 16:08

{Ruzzolo}
E' tempo per i social di oscurare i riflessi delle pupille? o forse e' il caso di fare meno selfie al cesso?
15-10-2019 14:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento è lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
Sì, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho già uno smart watch: è il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2733 voti)
Febbraio 2020
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Tutti gli Arretrati


web metrics