Facebook sta creando un sistema operativo per sostituire Android



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-12-2019]

facebook os alternativa android

Che i piani di Facebook non si limitino a voler essere soltanto un social network - seppur il più frequentato del mondo - era già evidente dalle sua varie incursioni in campi che originariamente non gli competevano e dalle varie acquisizioni.

Ora però scopriamo che l'azienda creata da Mark Zuckerberg vuole puntare anche più in alto di quanto si pensasse, liberandosi dalla dipendenza da altre piattaforme, partendo da Android.

Qualche tempo fa Facebook ha offerto un posto di lavoro a Mark Lucovsky, programmatore che, quando lavorava per Microsoft, è stato tra gli autori del progetto Windows NT, sul quale si basano tuttora si basano i recenti sistemi operativi del gigante di Redmond, Windows 10 compreso.

Il compito di Lucovsky presso il social network in blu è creare un sistema operativo da zero in grado di sostituire completamente Android che, come tutti sanno, pur essendo open source è in fondo una creatura di Google.

«Vogliamo essere proprio assicurarci che la prossima generazione abbia spazio per noi» ha spiegato Andrew Bosworth, che presso Facebook dirige le divisioni che si occupano di realtà aumentata e realtà virtuale. «A questo fine crediamo di non poterci fidare del mercato e dei concorrenti. E quindi dobbiamo arrangiarci da soli».

Il modello che Facebook intende seguire, secondo le indiscrezioni raccolte da The Information, è quello del "giardino cintato" che tanta fortuna ha portato a Apple, la quale progetta in proprio il software e l'hardware (arrivando fino ai chip, almeno per quanto riguarda i SoC di iPhone e iPad).

Nel mondo di domani sognato da Facebook, dunque, il logo del social network dovrebbe campeggiare su ogni apparecchio usato dagli utenti (dagli smartphone ai dispositivi per la realtà virtuale), sul software che vi gira e magari anche sull'hardware per la connettività, come certi progetti lasciano intendere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook porta connettività in Africa con i droni

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

@etabeta Non più della media... credo... :wink:
26-12-2019 14:34

Allora non sono io che sono paranoico come certi troll vorrebbero far credere! :thanks: Leggi tutto
26-12-2019 12:48

Credo capiti più di qualche volte, un paio di casi li ho visti pure io... Leggi tutto
26-12-2019 11:44

In effetti se avessero capacità cognitive e le utilizzassero non ci cascherebbero e non ci crederebbero. Leggi tutto
26-12-2019 11:42

Purtroppo capita a volte e l'ho visto con i miei occhi anche se era l'azienda di un amico svizzero. Il padre basta che lo leccassero bene non si accorgeva che il ragioniere gli sfilava i sofldi dal portafoglio. :roll: Leggi tutto
26-12-2019 11:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1866 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics