Msn censura un gruppo di discussione

A denunciarlo sono le giovani vittime, protagoniste di una community oscurata, proprio sotto elezioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-06-2004]

E' giunta in redazione questa lettera di un gruppo di giovani che ha fondato una community su Msn.it denominata "L'Arsenale Antifascista" che denuncia il fatto che il portale, senza addurre motivazioni chiare ed argomentate, ha deciso, improvvisamente, di chiudere questa community.

Ora, questa decisione, di per sè molto grave, non può essere presa a cuor leggero e senza motivazioni, e ciò a prescindere dal colore politico o ideologico del gruppo: in questo caso si tratta di un gruppo di estrema sinistra o "sinistra radicale" ma non legato a alcuna organizzazione importante o particolarmente conosciuta.

Infatti, se nella community circolavano messaggi di istigazione alla violenza o alla sovversione contro gli organismi democratici, non c'è dubbio che la decisione di chiudere il newsgroup sarebbe stata legittima, oltre che doverosa; ma, in questo caso, perché non ne è stata informata la magistratura o la Digos?

Può Msn farsi giustizia da sola, irrogare una pena ed eseguirla? Se, invece, come è più probabile, nella community circolavano messaggi "sopra le righe", che travalicavano il diritto di critica per diventare calunniosi o diffamatori, perché non si è portato a conoscenza di questo fatto il moderatore-responsabile perché intervenisse al fine di evitare questa decisione, se talune dichiarazioni fossero continuate?

La trasparenza e l'assunzione delle proprie responsabilità devono stare alla base dei comportamenti di chi ospita una community, oltretutto, nella lettera dei giovani della community censurata, si fa presente che una decisione del genere non è stata assunta nei confronti di gruppi di orientamento politico opposto né delle tante community a sfondo sessuale, più o meno pesantemente pornografico, ospitate nei portali italiani.

Pubblichiamo, dunque, questa lettera di denuncia:

Siamo un gruppo di utenti di sinistra che da tempo fanno controinformazione su Internet.

Circa due anni fà abbiamo aperto sul server Msn una community chiamata "L'Arsenale Antifascista".

Il nostro obiettivo è quello di contrastare la diffusione della (in)cultura fascista in rete contribuendo a ospitare tutto ciò che è controinformazione sul Web.

In breve la nostra community arrivò a essere una delle più frequentate tanto da avere, al momento della sua chiusura, oltre ventimila discussioni aperte, mille articoli di carattere internazionale, un vasto archivio fotografico e un patrimonio di oltre 280 iscritti.

Il 10 giugno 2004, senza alcun preavviso, questa community è stata chiusa da Msn. Contestualmente è stata chiusa una community vicina ad Arsenale Antifascista, chiamata Eremo Eretico.

In breve sequenza, a distanza di qualche settimana l'una dall'altra, sono scomparse quattro comunità la cui unica caratteristica comune era quella di essere critiche verso il centrodestra.

Qualsiasi richiesta di spiegazione a Msn è stata respinta con la motivazione che il portale può chiudere quando vuole, senza alcun preavviso, le community che decide.

Ma quello che Msn non dice è che molte della loro community ospitano immagini pedofile, prostituzione, incitamento all'odio razziale e apologia di fascismo e non vengono affatto chiuse!

Nonostante la chiusura abbiamo immediatamente riaperto, anche se non possiamo immaginare per quanto lo resteremo. Abbiamo comunque perso due anni di materiale pazientemente raccolto nella rete e migliaia di discussioni interessanti.

Vi preghiamo di pubblicare questa lettera così che gli utenti di Internet sappiano qual è la vera policy editoriale di Msn: un portale che, nella migliore delle ipotesi, offre un servizio e non ne garantisce la qualità, che mette a disposizione uno spazio e lo sottrae arbitrariamente, senza alcun preavviso nè argomentandone le motivazioni, in assoluto spregio degli utenti.

Un portale che oggi, in pieno periodo elettorale, "disabilita per ragioni amministrative".

Un portale su cui sembra esercitarsi, proprio nel periodo elettorale, una arbitraria censura, in sfregio a ogni principio costituzionale.

E' normale porre delle così pesanti limitazioni alla legittima libertà di espressione? E' legittimo da parte nostra chiedersi cosa c'è dietro tutto questo.

Sinceramente,
i frequentatori della community Arsenale_Antifascista

Ps: Per chiunque fosse interessato siamo in grado di produrre dettagliatamente tutta la documentazione relativa a ciò che affermiamo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 34)

pat
le notizie da far sapere Leggi tutto
26-6-2004 22:34

Fasci in rete??? :-o Leggi tutto
25-6-2004 18:28

bc
Fasci in rete Leggi tutto
25-6-2004 16:33

skorpion
sveglia raga! Tra le condizioni d'uso non c'è scritto che bisogna essere di destra e mancherebbe altro tra laltro!!!Cmq spostatevi su un altro spazio, cosi non avete piu problemi.
25-6-2004 15:11

Casella12
una community oscurata Leggi tutto
25-6-2004 14:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I telefonini diventano sempre più potenti e sono dotati di fotocamere sempre migliori: a quella sul retro spesso se ne aggiunge una frontale, per meglio scattare i selfie. Per quanto riguarda l'utilizzo che ne fai tu personalmente, lo smartphone ha sostituito la fotocamera compatta tradizionale?
Sì. Non ho praticamente più bisogno di portarmi dietro la fotocamera perché quella dello smartphone è più che sufficiente per le mie esigenze nella maggior parte delle occasioni.
In parte. Sebbene la fotocamera sullo smartphone sia indubbiamente comoda, spesso ho la necessità di scattare foto di qualità migliore e con un dispositivo dedicato, quindi utilizzo molto anche la fotocamera.
No. Non posso fare a meno di portarmi dietro la fotocamera compatta, che per le mie esigenze non può affatto essere sostituita da uno smartphone.

Mostra i risultati (1776 voti)
Ottobre 2020
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Tutti gli Arretrati


web metrics