Wii, abbiamo un problema

La Nintendo si fa le scarpe da sola, rovinando il debutto da primato del Wii per una questione di lacci del controller: sarebbero troppo deboli e hanno già causato numerosi incidenti. Oltre tre milioni di console a rischio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2006]

La sfortunata fidanzata di un possessore di Wii

Che la Nintendo intendesse offrire un'esperienza di gioco senza precedenti agli acquirenti della sua nuova console, il Wii, questo era certo fin dai primissimi filmati diffusi in rete (quando ancora la console si chiamava Revolution).

Il casus belli è però ora rappresentato proprio dalla punta di diamante di quest'originalità e cioè dal suo controller. Il Wiimote, grazie a una tecnologia di motion sensing che parla anche un po' italiano, permette infatti modalità innovative di gioco, seguendo un percorso già tracciato dal DS, che sta portando la Nintendo a espandere i confini dell'hobby videoludico.

La possibilità di trasformare qualunque movimento effettuato in input per il software, ha però condotto a modalità di gioco free style alquanto bizzarre e divertenti a vedersi. La rete è stata così presto invasa da filmati di persone molto coinvolte dal gioco: vedi per esempio questo filmato o quest'altro.

Fin qui non ci sarebbe nulla di male, anzi verrebbe quasi da dire "disdico l'abbonamento in palestra e mi compro il Wii". Ma si è sparsa la notizia di incidenti occorsi durante l'utilizzo dei Wiimote, prima come casi isolati, poi pian piano come segnalazioni a tappeto. Da questo punto di vista la Nintendo fin da subito aveva messo le cose in chiaro, aggiungendo alla lista delle consuete raccomandazioni che i videogiocatori avranno visto decine di volte un capitolo dedicato ai suoi nuovi controller.

Quello che però la Nintendo non aveva previsto era che, nella foga del gioco, il controller sfuggisse di mano e il suo peso rompesse il laccio di sicurezza che va fissato al polso del giocatore. In pochi giorni, in giro per le Americhe, si sono così contati decine di incidenti occorsi a cose e persone a causa dei controller volanti.

Lampade, finestre e persino televisori rotti, tagli e slogature si sono moltiplicati e non è neanche mancato qualcuno a cui si è aperto il vano batterie, con conseguente volo delle stesse in giro per la stanza.

Questi casi sono divenuti talmente numerosi da spingere un intraprendente giocatore a creare un blog per dare visibilità a questo fenomeno. La scelta del nome è caduta su Wii Have A Problem, richiamando così il ben noto incidente occorso all'Apollo 13, nel quale un difetto da poco rischiò di produrre effetti disastrosi.

Non si sono ancora spenti gli echi della montatura che ha prodotto lo scandalo mediatico e politico legato al videogioco Rule of Rose, che al binomio videogioco e violenza si aggiunge così un nuovo (quasi comico) capitolo.

A seguito di ciò, si erano moltiplicate in rete illazioni circa il ritiro "forzato" di milioni di lacci da parte della Nintendo, e relativa sostituzione con lacci spessi il doppio. In realtà però nulla di tutto ciò si è avverato.

Anche se il problema pare non sussista per gli acquirenti più recenti, visto che già dall'inizio di dicembre tutti i Wii sono equipaggiati del nuovo e più resistente laccio, la Nintendo si è infatti offerta di sostituire il laccio solo a coloro che ne facciano esplicita richiesta (in Italia attraverso il sito ufficiale). Probabilmente dietro questa decisione c'è la convinzione che sia stato un utilizzo improprio dei wiimote a produrre quei risultati.

A quanto pare quindi la Nintendo è così riuscita a rovinarsi un debutto stupendo, che le ha consentito, a causa anche dei problemi produttivi della Sony, di battere la PS3 sul mercato statunitense e di umiliarla su quello di casa.

Secondo i dati diffusi da NPD relativi al mercato USA, alla fine di novembre erano state vendute 476.000 unità del Wii nei 12 giorni dal debutto, contro le "appena" 197.000 della PS3 nei 14 giorni dal debutto (è poco rilevante il confronto di tali valori con le vendite dell'Xbox 360, 511.000 unità a novembre, considerando che la console Microsoft ha avuto tutto il mese a disposizione).

Sul mercato giapponese, invece, secondo i dati diffusi da Media Create, il Wii ha totalizzato 435,797 pezzi venduti in 9 giorni (dal 2 al 10 dicembre), mentre la PS3 si sarebbe fermata 238,007 unità essendo però in circolazione dal triplo del tempo.

Deludenti sono i risultati della Microsoft, che in un anno (il suo debutto avvenne proprio il 10 dicembre) è stata capace di vendere nel Sol Levante solo 213,412 console. Qui ci sono i dati relativi alla sola settimana che va dal 4 al 10.

Per quanto riguarda l'Europa, è la stessa Nintendo a comunicare con orgoglio gli strabilianti dati relativi ai primi due giorni di vendita del Wii.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 23)

Certo, senza prodotti negli scaffali, ti dò ragione non vendi. ^__^ Però questo non significa che sia solo per demerito della concorrenza. Parliamoci chiaro, il Wii, allarga, il parco giocatori, non relegando il gioco, solo ai solo Hardcore , quelle Elite di giocatori, tutto poligoni e grafica. Avvicina Giovani vecchi, giocatori e NON... Leggi tutto
8-1-2007 11:30

Indubbiamente Nintendo gode in patria di una credibilità e di un seguito che vanno ben al di là di quelli goduti da Sony, è poi certo vero che tra i due prodotti c'è grande differenza nei prezzi e nelle esperienze di gioco (giocabilità innovativa da un lato, alta definizione e un monte di poligoni dall'altro (si procede a grandi passi... Leggi tutto
6-1-2007 23:53

"A quanto pare quindi la Nintendo è così riuscita a rovinarsi un debutto stupendo, che le ha consentito, a causa anche dei problemi produttivi della Sony, di battere la PS3 sul mercato statunitense e di umiliarla su quello di casa." credi che 2 milioni di wii vendute, siano dovute solo a problemi produttivi di Sony?? O forse... Leggi tutto
5-1-2007 10:05

Ciao e ben iscritto, visto che frequenti da molto più di me... Mi pare comunque che qui non ci siano fazioni pro o contro wii, ma che la discussione possa ben considerarsi neutrale. Nessuno sta dicendo che il prodotto fa schifo e che non si deve acquistare, ma si sta commentando la notizia dando il proprio parere in merito. A tal... Leggi tutto
4-1-2007 19:05

Wii una rivoluzione...accende la passione. Leggi tutto
4-1-2007 11:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La rete ha reso famosi due personaggi per certi versi simili anche se molto diversi: secondo te chi è il più grande?
Julian Assange. Prende informazioni dalle grandi aziende e dai governi e le rende pubbliche gratuitamente. È stato accusato - tra le altre cose - di terrorismo.
Mark Zuckerberg. Prende informazioni e dati personali e li vende alle grandi aziende e ai governi. È diventato l'uomo dell'anno.

Mostra i risultati (1923 voti)
Luglio 2020
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Tutti gli Arretrati


web metrics