Facebook fa gola a tutti ma non si concede a nessuno

Corteggiato dai vari Yahoo, Microsoft e ora Google, il social network del momento respinge ogni proposta di acquisizione e mantiene la propria indipendenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-07-2007]

network

Le valutazioni di Facebook, il social network voluto e creato da Mark Zickerberg, risentono sia delle origini (il programma era inizialmente riservato agli studenti di Harvard e poi esteso al circuito di altri atenei) sia delle odierne valutazioni di carattere prettamente commerciale che fanno ipotizzare una prossima quotazione in Borsa, anche se i danni prodotti dall'aspetto peggiore delle new economy pesano ancora sui ricordi e le tasche di molti e consigliano cautela.

D'altra parte secondo gli analisti le fortune del sistema, cresciute vertiginosamente dopo essere uscito dall'ambito universitario, si rifanno proprio al modello culturale e al bacino di interessi per cui è stato creato, notoriamente con una disponibilità finanziaria superiore alla media e indirizzato a tipologie di spesa abbastanza individuabili.

Per contro, la diffusione appare piuttosto a macchia di leopardo e si presenta statisticamente maggiore in Canada piuttosto che negli States; in ogni caso si tratta di un settore in cui Google non è ancora in grado di dettare regole, per cui le ricorrenti voci di acquisizioni o collaborazioni dovrebbero avere un qualche fondamento.

Le parti interessate tuttavia sorridono e tacciono, se si esclude una modesta joint venture con Microsoft che riguarderebbe la fornitura di spot pubblicitari; quanto a Sergey Brin, uno dei cofondatori di Google, ha detto soltanto che una "collaborazione" tra le aziende non sarebbe da escludersi ma che ha comunque la convinzione che Facebook intenda sviluppare il suo business con le sue sole forze.

Il mercato sembra premiare quest'ipotesi, con un tasso di crescita del 15% al mese e circa 30 milioni di utenti, cioè circa un terzo del più affermato (ma assai più anziano) Myspace; il che fa anche comprendere come Microsoft sarebbe stata felice di vedersi accettata l'offerta a suo tempo avanzata, corrispondente a circa 4 miliardi e mezzo di euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

il vero fine di facebook Leggi tutto
15-1-2009 15:16

più e altro, se non fosse ot, sarebbe bello svolgere una ricerca su "quanto l'impegno lavorativo degli iscritti è calato da quando sono iscritti sul facebook" io mi sono anche iscritta all'apposito gruppo "anche io tra facebook e msn oggi non ho combinato nulla" :lol: :lol: :lol: e se penso che questo è un... Leggi tutto
13-1-2009 20:20

la pubblicità ingannevole e fastidiosa su FB e altri siti Leggi tutto
1-1-2009 15:37

basta che vai su applications e cancelli l'applicazione. Leggi tutto
31-12-2008 14:25

Certo celestia, posso capire ma se io accetto zoosk come ho fatto, non c'era nulla prima che mi diceva che si trattasse di trova anime gamelle, però una volta accertato a visto, non gli ho dato le mie credenziali e con la conseguenza che a ogni accesso mi dice di mettere i miei dati su zoosk perchè mi son perso 1-2 o 3 occasioni. Come... Leggi tutto
31-12-2008 14:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Gli smartphone integrano fotocamere sempre più potenti e tecnologicamente avanzate. Pensi che le fotocamere compatte diverranno un prodotto di nicchia?
Sì, perché è più comodo avere un unico dispositivo che faccia tutto quanto e che porto sempre con me
No, perché le fotocamere compatte saranno sempre un passo avanti con l'ottica, lo zoom, il flash e via dicendo
Non voglio azzardare una previsione.

Mostra i risultati (1816 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics